FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Ballottaggi, il Centrodestra porta a casa una vittoria schiacciante

Il Pd ammette la sconfitta. Niente quorum a Trapani che sarà commissariata. Al Centrodestra città simbolo come Genova e Sesto San Giovanni. Affluenza cala al 46%

Ballottaggi, il Centrodestra porta a casa una vittoria schiacciante

Il centrodestra vince nettamente la seconda tornata delle amministrative e conquista una serie di Comuni guidati da anni dal centrosinistra. In primis Genova dove Marco Bucci è il nuovo sindaco. Poi, abbastanza a sorpresa, vince a L'Aquila. A Verona si è chiusa l'era Tosi: il centrodestra trionfa con Federico Sboarina. Conferme importanti per Federico Pizzarotti a Parma e per Sergio Abramo a Catanzaro. Il Pd ammette la sconfitta.

E' una vittoria netta quella del Centrodestra se si prendono in considerazione i ballottaggi delle grandi città. Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia nei capoluoghi in cui si sono presentati insieme battono tutti. Conquistate Genova, Verona, Monza, Piacenza, La Spezia, Catanzaro, Alessandria, Pistoia, Como, Asti, L'Aquila, Rieti, Lodi, Oristano e Gorizia. Il Centrosinistra vince a Palermo, Taranto, Padova e Lucca. Alla destra città simbolo come Sesto San Giovanni e La Spezia. Il M5s vince invece i ballottaggi a Carrara e Guidonia.

Le roccaforti Pd cadute - Netto, clamoroso, in alcuni casi "storico" è il risultato soprattutto in alcune città da sempre ritenute roccaforti del centrosinistra, come ad esempio Genova e Pistoia, dove il centrodestra non aveva mai vinto e cadono sei Comuni su sei in Emilia-Romagna.

L'asse Forza Italia - Lega - Fratelli d'Italia - In una tornata elettorale che registra un'alta disaffezione dell'elettorato (affluenza al 46%, tredici punti in meno rispetto al primo turno) a fare rumore è, innanzitutto, l'imporsi di quell'alleanza FI-Lega-Fdi che, fino a qualche giorno fa, vedeva proprio in Matteo Salvini e Silvio Berlusconi tra i più scettici.

Eppure, laddove si presenta unito, il centrodestra vince, espugnando Genova con Marco Bucci e conquistando roccaforti rosse come La Spezia, con Pierluigi Peracchini, e Pistoia, con Alessandro Tomasi. Ma lo schema unitario è vincente anche a Monza, Lodi, nell' "ex Stalingrado" d'Itlia Sesto San Giovanni, ad Asti e a Verona, dove Federico Sboarina trionfa su Patrizia Bisinella, compagna dell'ex sindaco Flavio Tosi e sostenuta anche dal Pd.

Al Sud, clamorosa è la vittoria a L'Aquila, dove Pierluigi Biondi ribalta il risultato del primo turno e ha la meglio su Americo Di Benedetto. Annunciato, il trionfo a Catanzaro di Sergio Abramo e al fotofinish quello a Rieti.

Dove vince il Pd - Il centrosinistra si consola vincendo a Lecce con Carlo Maria Salvemini, a Padova con Sergio Giordani, a Lucca con Alessandro Tambellini e a Taranto con Rinaldo Melucci.

Il M5s si "consola" con Carrara e Guidonia... - Dopo il "disastro" del primo turno, il M5s si consola strappando Carrara al centrosinistra (con Francesco De Pasquale) dopo 70 anni di governo "rosso" e avanzando nel Lazio, dove vince a Ardea e Guidonia. "Siamo in crescita inesorabile", sottolinea Luigi Di Maio.

...ma a Parma è confermato il "dissidente" Pizzarotti - A Parma, però, a sorridere è il simbolo del dissenso interno al M5S, Federico Pizzarotti. "Ognuno nel Movimento si farà domande e si darà risposte", sono le parole della rivincita del sindaco emiliano che, con il suo "effetto Parma", potrebbe dare linfa ad una formazione ex M5S anche a livello nazionale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali