FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Matteo Salvini e Marine Le Pen a Milano: "Vogliamo unʼaltra Europa"

"Se la Svezia che ha un governo di sinistra manda a casa i migranti, Schengen è finito", ribadisce. Organizzato un contro-corteo in opposizione alla convention con FN. Salvini ribatte: "Sono nazisti rossi"

Matteo Salvini e Marine Le Pen a Milano: "Vogliamo un'altra Europa"

"Vogliamo un'Europa più normale, un'altra Europa è possibile". Lo ha detto Matteo Salvini al suo arrivo alla convention organizzata dalla Lega Nord a Milano, alla quale ha preso parte anche la leader del Front National francese Marine Le Pen. Il leader del Carroccio ha proseguito: "Dico no a muri e spinati, voglio che i miei figli vivano in un'Europa aperta, accogliente e generosa, ma con limiti, regole e rispetto".

Salvini ha poi sottolineato che bisogna "recuperare sovranità e poteri dall'Ue" e aggiunto che "se un governo di sinistra come quello della Svezia ha deciso di rimpatriare gli immigrati (irregolari, ndr) significa che Schengen è morto".

Per protestare contro il convegno
all'ex Fiera di Milano promosso da Salvini e a cui partecipano Marine Le Pen, e altri esponenti di partiti ultra nazionalisti provenienti da diversi Paesi, diversi gruppi, associazioni e sindacati di base hanno organizzato un corteo.

Alla manifestazione, partita da piazza Pagano e diretta in piazzale Lotto, sono presenti centinaia di giovani, soprattutto militanti e simpatizzanti dei centri sociali non solo del capoluogo lombardo. Con loro antagonisti e anarchici, quasi tutti giovani e molto giovani e anche i sindacalisti della Usb.

I giovani hanno striscioni, cartelli e bandiere con slogan antifascisti e antirazzisti, ma non mancano trovate ironiche come "Le Pen is on the table" o "Gattini contro Salvini" e il lancio di fumogeni colorati. Le forze dell'ordine impediranno qualsiasi avvicinamento al luogo del convegno.

"I giovani che protestano contro questo incontro? Sono nazisti rossi, sono amici dell'Islam che impicca i giovani omosessuali e poi vanno in piazza per i diritti gay. Sono ragazzi problematici, mi dispiace solo per i 300 poliziotti che invece di ripulire la stazione centrale e liberare le case occupate devono occuparsi di loro", ha affermato Salvini ai giornalisti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali