FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Mattarella: "Nessun movimento incrini i valori europei"

"LʼItalia è un contributore attivo dellʼUnione. Ma mi sono sempre rifiutato di considerare questi rapporti sul piano del dare e avere"

Mattarella: "Nessun movimento incrini i valori europei"

"Non c'è movimento che possa mettere in discussione il valore storico del mettere in comune il futuro degli europei". Lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in viaggio in Lettonia, spiegando che si tratta di una "ragione che va fatta comprendere con maggiore efficacia". Mattarella sottolinea poi la sua "innata idiosincrasia verso qualunque nazionalismo" perché "sono nato durante i bombardamenti".

Bisogna "mettere in comune il futuro degli europei" ma anche ricordare che "senza questa prospettiva l'Europa non contera' nulla nel mondo", aggiunge il Capo dello Stato. "E' stato ricordato il ruolo di Stati Uniti, Russia, Cina. Quale Paese dei nostri, anche il più in solido e il più prospero, puo' essere un interlocutore che puo' contrastare o comunque discutere amichevolmente, o non amichevolmente, con i colossi della comunità internazionale?", si e' chiesto retoricamente il presidente.

"Ma anche sotto il profilo della sicurezza, rispetto a eventuali ritorni di ostilità di qualcuno dei grandi Paesi, che cos'è efficace? Un'Unione infragilita dalle rivalità interne, in cui ognuno si presenta da solo, in realtà, o un'Unione coesa, compatta, che rende più forti tutti i Paesi che la compongono? Abbiamo spesso commesso degli errori - evidentemente - nel considerare come ormai acquisiti alcuni risultati, dando per scontate alcune condizioni. Invece va fatto capire, anche alle giovani generazioni, che non sono mai nè acquisiti per sempre, nè scontati per sempre".

"L'Italia - ha concluso Mattarella - è un contributore attivo dell'Unione. Ma mi sono sempre rifiutato di considerare questi rapporti sul piano del dare e avere, anche perché i benefici dell'integrazione non sono quasi mai monetizzabili interamente. Non è attraverso il calcolo contabile che si definisce il vantaggio che l'Unione assicura a tutti i suoi componenti". "Il rischio è quello di mettersi a mercanteggiare fra di noi, fra i nostri Paesi, sui rapporti contabili".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali