FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

 
Le notizie del giorno
 
 
30.4.2012

Monti: l'Imu c'è perché non andava abolita l'Ici
"Il governo non si diverte con le tasse"

Il premier dopo il Cdm sulla spending review ha criticato l'operato dei governi che l'hanno preceduto, accusandoli di aver gravato il Paese di un peso tributario eccessivo e si è scagliato contro chi "istiga all'evasione"

22:02 - "Se oggi c'è l'Imu bisogna accettare l'amara verità che si è abolita l'Ici senza calcolare le conseguenze, non poteva e non doveva essere abolita nella situazione economica in cui si trovava il paese". Così il premier Mario Monti ha criticato l'operato del governo precedente nel corso della conferenza stampa dopo il Cdm sulla spending review. "Ci sono responsabilità del passato che sono causa di un peso tributario oggi eccessivo", ha aggiunto.
"Aperti a sostituire l'Imu con una patrimoniale"
"Oggi dobbiamo recuperare in alcuni mesi il tmpo perduto. Se all'Imu si preferisce una patrimoniale - ha spiegato Monti - il governo è pronto a valutare seriamente ogni proposta che garantisca parità di gettito effettivo".

"Grato a Bondi per il pesante incarico"
"Sono grato a Bondi per aver accettato questo pesante incarico. Abbiamo individuato la persona più rispettata e nota in Italia per la sua inflessibile attività di ristrutturatore e tagliatore di costi". Così il premier Mario Monti ha presentato il nuovo supercommissario del suo governo.

"Il governo non si diverte con le tasse"

Il premier è poi tornato a parlare della pressione fiscale. "Tutti invocano la riduzione delle tasse - ha detto, sottolineando che la pressione fiscale 'è responsabilità di scelte sbagliate del passato'. -. Sembra quasi che il governo si diverta ma chi continua a parlare di questo sappia che gli italiani non sono sprovveduti". " La dimuzione del carico fiscale è possibile se tutti paghiamo le tasse e se tutti riconoscono che l'illegalità è immorale", ha precisato.

"La corruzione è una pesantissima tassa occulta"
Poi una amara considerazione legata alla corruzione. Per Monti "una pesantissima tassa occulta è la corruzione dilagante negli appalti, nelle assunzione e nella gestione delle risorse pubbliche".

"Chi vuole governare non istighi all'evasione"
Segue una stoccata alla Lega Nord, che ha parlato di disobbedienza fiscale e al segretario del Pdl Alfano che nei giorni scorsi ha proposto che le imprese che hanno crediti con lo Stato non paghino le tasse per una cifra equivalente. "Esprimo una parola di sdegno: chi ha governato, chi governa e chi si candida a governare - ha detto Monti in conferenza stampa - non può giustificare l' evasione fiscale, né tanto meno istigare a non pagare le tasse, o a istituire personali ed arbitrarie compensazioni fra crediti e debiti verso lo Stato. Altri - avverte il premier - sono i modi con cui un Paese serio puo' risolvere i suoi problemi".

Rai, "trasparenza e indipendenza non sono garantite"
"Chi vuole diminuire le tasse sa che e' necessario rivedere enti e societa', compresa la Rai, dove la logica della trasparenza, del merito, dell'indipendenza dalla politica non e' garantita". Lo ha affermato il presidente del Consiglio Mario Monti durante la conferenza stampa a palazzo Chigi al termine del consiglio dei Ministri.

Ue, "puerile dire che l'Italia non sbatte i pugni"
Segue una considerazione sulle critiche alla posizione morbida dell'Italia nell'Ue sulle misure per rilanciare la crescita. "E' puerile dire che il governo non picchia di piu' i pugni sul tavolo per una politica di crescita in Ue. Abbiamo visto la scarsa efficienza in passato di politiche piu' declamatorie", ha detto Monti.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile