FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Vienna, alcol test per i padroni dei cani da combattimento

La norma scatterà entro fine 2018: chi porta a passeggio rottweiler e bull terrier dovrà avere un tasso alcolemico inferiore a 0,5 g/l

Vienna, alcol test per i padroni dei cani da combattimento

Se porti a spasso il rottweiler a Vienna devi essere sobrio, perché altrimenti rischi una multa da 1000 euro. Entro la fine del 2018 le autorità austriache introdurranno un test alcolemico per i proprietari dei cosiddetti cani da combattimento (pitbull, Amstaff, mastini...) in modo analogo a quanto avviene per chi guida un’auto. Anche il limite è lo stesso: 0,5 grammi per litro. La misura è stata pensata dopo la morte di un bambino.

Il provvedimento è stato preso dopo la morte di un bambino di un anno, ucciso da un rottweiler mentre la padrona aveva un tasso alcolemico di 1,4 g/l. La stretta del Comune di Vienna coinvolge anche l'obbligo di museruola: chi fosse sorpreso a violarlo verrà sanzionato con 200 euro di multa e con sei ore di corso di aggiornamento obbligatorio, come avviene con gli automobilisti. La seconda volta sarà obbligato a rifare la "patente" per i cani da combattimento, mentre la terza volta scatterà il sequestro dell'animale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali