FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Lo schiaffo di questa ragazza a un soldato israeliano ha diviso il Medio Oriente

Ahed Tamimi è attualmente sotto processo

Ahed Tamimi è una diciassettenne palestinese di Nabi Salih, nel governatorato di Ramallah, divenuta recentemente il simbolo della resistenza palestinese in merito al conflitto con Israele. In un video girato il 15 dicembre 2017, divenuto subito virale, la ragazza insulta e colpisce con schiaffi e pugni un soldato israeliano di guardia nel cortile della sua casa: un gesto che pochi giorni dopo è costato ad Ahed l'arresto.

Non è il primo atto di ribellione della ragazza, che condivide le proteste della sua famiglia nei confronti dell'espansione israeliana e che dal 2012 porta avanti la sua battaglia con la convinzione che proteste mirate e organizzate porterebbero a un più ampio riconoscimento della lotta palestinese per l'autonomia. L'aggressione al soldato è uno dei dodici capi di accusa che pendono su di lei nel processo cominciato il 13 febbraio e tenuto da un tribunale militare israeliano. La popolazione si è più volte mossa in favore della liberazione di Ahed, un appello lanciato in questi giorni anche da Amnesty International.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali