FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Hawaii, multa ai pedoni che guardano il cellulare mentre attraversano la strada

A Honolulu entra in vigore il 25 ottobre la legge contro gli "smartphone zombies"

Il Consiglio comunale di Honolulu, la capitale della Hawaii, ha approvato una legge contro gli "smartphone zombies", cioè i pedoni che attraversano la strada guardando il cellulare. I "distratti" verranno puniti con una sanzione che va dai 15 ai 99 dollari. La somma dipende dalle volte che la polizia beccherà il passante con gli occhi sul telefonino mentre sta attraversando la carreggiata. Non verranno puniti invece coloro che riusciranno a dimostrare che stavano utilizzando il cellulare per chiamare i soccorsi.

Il sindaco di Honolulu, Kirk Caldwell, ha affermato di essere stato costretto a firmare la legge perché il numero di persone coinvolte in incidenti sulle strisce pedonali stava diventando preoccupante. Tanto che il Consiglio per la sicurezza nazionale ha introdotto la voce "camminata distratta" tra i rischi che possono causare incidenti e morte negli Stati Uniti. "Gli smartphone non hanno invaso solo le nostre carreggiate, ma anche i nostri marciapiedi" ha affermato una portavoce del Consiglio.

Secondo uno studio pubblicato dall'Università di Maryland nel periodo dal 2000 al 2011 almeno 11mila incidenti stradali negli Stati Uniti sono stati provocati da una distrazione causata dallo smartphone.

Alcuni cittadini di Honolulu hanno però criticato la nuova legge considerandola troppo intrusiva in quanto va a interferire con la libertà personale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali