FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Italia sempre più "eco": prima in Europa per riciclo di oli lubrificanti | Cresce la raccolta differenziata

Diminuiscono anche i rifiuti in discarica: secondo lʼIstat, la spazzatura pro capite è diminuita di 25 chili dal 2014 al 2015

Italia sempre più "eco": prima in Europa per riciclo di oli lubrificanti | Cresce la raccolta differenziata

C'è un settore dell'economia circolare nel quale l'Italia è prima in Europa: la raccolta e il riciclo degli oli lubrificanti usati. Nel nostro Paese oltre il 95% degli oli usati raccolti viene avviato a rigenerazione (processo che consente di trasformare un rifiuto pericoloso proveniente dalle automobili e dalle industrie in una nuova base lubrificante, ndr). La vocazione "eco" dell'Italia non si ferma però qui: diminuiscono infatti i rifiuti portati in discarica e aumenta la raccolta differenziata.

La rigenerazione degli oli - Dal 1984 a oggi, la rigenerazione degli oli lubrificanti usati ha consentito all'Italia di risparmiare 3 miliardi di euro sulla bilancia petrolifera. Oltre il 25% dell'olio che permette ai motori e alle macchine utensili di funzionare è realizzato utilizzando una base rigenerata. Altri Stati, invece, privilegiano ancora la strada della combustione per la creazione di energia termica: la Spagna rigenera il 68% degli oli, la Francia il 60%, la Germania il 50% e il Regno Unito solo il 14%.

Meno rifiuti in discarica - Sul fronte rifiuti, i progressi più importanti si sono registrati per la provincia autonoma di Bolzano, la Lombardia e il Friuli Venezia Giulia. La situazione peggiore è stata registrata in Sicilia, con l'oltre 80% dei rifiuti urbani in discarica. In tutto il Paese, fra il 2014 e il 2015, è calata di quasi 2 chili la produzione di rifiuti urbani, scendendo a 486,2 per abitante.

Boom della differenziata - La raccolta differenziata nel 2015 è salita al 47,5%. Le "performance" migliori sono state rilevate nella provincia autonoma di Trento e nel Veneto, dove si supera quota 65%. Ancora una volta i dati peggiori vengono dalla Sicilia, con il 12,8%. Nell'Ue l'Italia si colloca poco sopra la media sia per i rifiuti raccolti sia per quelli smaltiti in discarica (rispettivamente 474 e 132 chili).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali