FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Di Maio: "Se sotto il 40% faremo il governo con le altre forze politiche"

Sui migranti: "Prima sostegno alle famiglie italiane. Non mi rassegno a favorire lʼimmigrazione perché cʼè bassa natalità"

Il 4 marzo "potrebbero esserci due scenari per il M5s. Uno è quello di aver raggiunto il 40% e quindi di poter governare da soli. Ma se dovessimo aver raggiunto meno, dovremo fare un appello pubblico a tutte le forze politiche presenti in Parlamento per dare un governo a questo Paese". Lo afferma il candidato premier Cinque Stelle, Luigi Di Maio, sottolineando di non voler  "restare nell'angolo: non vogliamo lasciare il Paese nel caos".

"Non è una bellissima legge elettorale - ha spiegato Di Maio - noi non l'abbiamo voluta, ma tant'è, se questa legge crea delle incertezze, delle instabilità nel nostro Paese, è bene anche che una forza politica come la nostra si prende la responsabilità di dare stabilità a questo Paese".

"Prima sostegno alle famiglie italiane, poi gli immigrati" - "Voglio dirvi una cosa con il massimo della tranquillità, della moderazione, non voglio scatenare polemiche: non voglio rassegnarmi all'idea che siccome ci sono poche nascite dobbiamo favorire l'immigrazione. Prima lavoriamo alle politiche di sostegno alle famiglie italiane".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali