FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Bologna, questionario del Pd ai militanti: "Diteci con chi ci dobbiamo alleare"

Alla Festa dellʼUnità un quiz di dieci domande chiede agli elettori di indicare la rotta al partito in vista delle prossime elezioni politiche

Bologna, questionario del Pd ai militanti: "Diteci con chi ci dobbiamo alleare"

Immigrazione, economia, scuola, diritti sociali: un test di dieci domande accoglie i militanti del Partito democratico alla Festa dell'Unità di Bologna. Ma il quiz sta facendo discutere soprattutto per il quesito numero nove: "Cosa dovrebbe fare il Pd in termini di alleanze?", chiede il partito al suo popolo. Sul campo quasi tutte le opzioni: "Cercare accordi con il centrodestra", "con il M5s", "Con la sinistra". Insomma si naviga a vista. Il Pd bolognese tradizionalmente radicato a sinistra ha sentito il bisogno di interpellare i suoi per non smarrirsi con la dirompente stagione renziana.

"Abbiamo pensato a un coinvolgimento diverso, che fosse anche il più ampio possibile", spiega Alberto Aitini, responsabile organizzazione del Pd di Bologna. E in questo modo le risposte serviranno a capire quale sia lo stato d'animo di elettori e simpatizzanti nei confronti del partito. Per ragioni di tempo le valutazioni saranno come a scuola, con un voto da 1 a 10. Per conoscere i risultati bisognerà aspettare la fine della kermesse, il 18 settembre, e sarà interessante vedere se il "sentiment" degli interpellati riuscirà davvero a indicare la giusta rotta ai dirigenti in vista delle elezioni politiche.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali