FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Allarme terrorismo a L.A., lʼFbi ritiene le minacce non credibili: riaprono scuole

La ricezione di una mail sospetta aveva convinto le autorità californiane a intervenire. Ma si tratta di una bufala: "Errori nel testo del messaggio"

Allarme terrorismo a L.A., l'Fbi ritiene le minacce non credibili: riaprono scuole

Riaprono a Los Angeles le circa 1.500 scuole chiuse in seguito ad una minaccia bomba diffusa via email. La decisione è arrivata, ha spiegato il sindaco della città californiana, Eric Garcetti, dopo che l'Fbi ha definito le minacce "non credibili". Il medesimo messaggio era stato recapitato anche a molti altri distretti scolastici statunitensi, ma da subito non era stato considerato attendibile.

Allarme terrorismo a L.A., l'Fbi ritiene le minacce non credibili: riaprono scuole

Polizia: "Autore mail voleva fomentare la paura" - "Sono minacce fatte per fomentare la paura. Non lo permetteremo - ha affermato il capo del New York State Department, William Bratton, già capo della polizia proprio a Los Angeles -. L'autore della mail ha affermato di essere uno jihadista ma ha commesso degli errori che hanno reso il messaggio stesso non attendibile".

Paura per zainetti e oggetti lasciati nei campus scolastici - Il soprintendente scolastico di Los Angeles, Ramon Cortines, ha tuttavia spiegato come a far scattare l'allarme siano stati, insieme al messaggio di minacce, anche "zainetti o altri pacchi o oggetti" lasciati in alcuni campus scolastici e potenzialmente contenenti esplosivi. "Dopo quello che è accaduto a San Bernardino non ho voluto mettere a repentaglio la vita dei nostri studenti".

La ricostruzione - Durante la notte, le forze di sicurezza avrebbero intercettato un messaggio di posta elettronica contenente una minaccia inviato direttamente a un membro del consiglio del distretto scolastico di Los Angeles. Le autorità hanno immediatamente lanciato l'allarme e hanno inoltre richiamato nei depositi tutti gli scuolabus che erano già in strada.

L'allerme diffuso in città: "Non mandate i bambini a scuola" - Immediato anche l'appello lanciato agli abitanti della metropoli americana: "State lontani dai campus scolastici". "Chiediamo ai genitori di non mandare i bambini a scuola - ha detto il presidente dello Unified School District di Los Angeles -. Abbiamo bisogno della collaborazione di tutti i cittadini, delle famiglie e del personale scolastico".

Messaggi partiti da Francoforte - Secondo alcune fonti investigative citate dai media Usa, uno degli indirizzi Ip collegati a una delle minacce ricevute a Los Angeles sarebbe riconducibile alla città di Francoforte, in Germania.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali