FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Egitto, un direttore di un hotel muore dopo un diverbio: un italiano arrestato

Il passaporto del nostro connazionale è stato ritirato. Il caso è seguito dalla Farnesina

Un turista italiano, Leonardo Ivan Pascal, è stato arrestato dopo la morte del direttore di un hotel a Marsa Alam, nel sud del Mar Rosso, in Egitto, dove l'uomo stava trascorrendo le vacanze. Secondo i media locali, al nostro connazionale sarebbe stato impedito di andare al mare oltre l'orario consentito dai servizi di sicurezza. Per questo motivo è scoppiato un violento diverbio, in seguito al quale l'egiziano ha perso conoscenza ed è poi deceduto.

Il passaporto dell'italiano è stato ritirato. "L'Ambasciata italiana segue, d'intesa con la Farnesina e in stretto contatto con le autorità locali, la vicenda del connazionale fermato in Egitto in relazione all'improvviso decesso di un cittadino egiziano", ha precisato la Farnesina.

Secondo il quotidiano online Al Masry al Youm, Leonardo Ivan Pascal avrebbe aggredito e picchiato a morte Tariq Ahmed Abdul Hamid alias Tariq Hinawi, direttore del Tourist Hotel, una versione tutta da confermare.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali