TGCOM

Magazine

Tutte le ultim'ora

26/8/2008

L'indirizzo mail parla di te

Svela la personalitÓ

Fantasioso o rigoroso, narciso o pignolo, l'indirizzi di posta elettronica racconta come siamo.
La regola del 'nomen - omen' vale anche per il domicilio virtuale che porta, infatti, lo stigma della personalitÓ di chi lo possiede. Lo ha stabilito la psicologa Mitja Back insieme a un gruppo di ricercatori del dipartimento di psicologia dell'universitÓ di Lipsia, che ha preso in considerazione 599 mail di giovani adulti e il relativo giudizio di 100 osservatori indipendenti.
Anche senza avere sott'occhio il mittente del messaggio, il destinatario Ŕ in grado di coglierne al volo le caratteristiche principali. Gli indirizzi e-mail contengono, infatti, informazioni valide sulla personalitÓ dei loro proprietari.

Le impressioni sulla personalitÓ espressa nelle mail sono state confermate dai questionari compilati dai proprietari.
Dalla ricerca, apparsa su 'Journal of research in personality' e disponibile sul sito di ScienceDirect, Ŕ emerso che gli indirizzi sono dei piccoli messaggi che le persone si scambiano riguardo al loro carattere.
Queste deduzioni, assicurano gli esperti, sono valide per alcune caratteristiche come spirito critico, cordialitÓ, narcisismo e meticolositÓ.

Per dedurre la personalitÓ, gli osservatori-destinatari delle e-mail hanno preso in considerazione alcuni aspetti fondamentali dell'indirizzo, tra cui la presenza di segni grafici come punti, linee, cifre, tipo e numero di caratteri. Anche la scelta del provider (yahoo o hotmail), il nickname (proprio o di fantasia) e il dominio (it, com o net) sono stati utili agli osservatori per stabilire alcuni tratti distintivi della personalitÓ dei mittenti.
Il risultato Ŕ che a un nome di fantasia Ŕ spesso associata una personalitÓ creativa, sagace, divertente, ma anche confusionaria. Il numero di caratteri e di punti contenuti nell'indirizzo servono, invece, a rivelare alcune dimensioni caratteriali del mittente come la meticolositÓ, le capacitÓ organizzative e la cura dell'aspetto. Chi ha un provider hotmail risulta pi¨ aperto e narcisista di chi ne ha uno yahoo. Chi Ŕ organizzato e pratico ha indirizzi e-mail meno buffi e un dominio nazionale (.it, al posto di .com o .net). Anche gli stereotipi sul genere condizionano le opinioni dei destinatari: le e-mail femminili suonano sempre pi¨ gentili e accomodanti''.