TG COM

!! AVVISO !! Se non vedi la grafica probabilmente stai usando un browser che non supporta gli standards web, hai comunque la piena accessibilita' ai contenuti di questo sito

ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
28/4/2004

Batterio causa linfoma agli occhi

Risulta da una ricerca del San Raffaele

E' stata scoperta da un gruppo di ricercatori del San Raffaele di Milano la relazione tra il linfoma dell'orbita e la presenza della Clamidia, il batterio responsabile della psittacosi, un'infezione umana favorita dal contatto con alcuni animali domestici. Questa provoca, in alcuni casi, una forma di polmonite. La scoperta č stata fatta in collaborazione con il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano e i risultati sono stati pubblicati dalla rivista scientifica The Journal of the National Cancer Institute.

Lo studio č stato condotto su quaranta pazienti affetti da linfoma degli annessi oculari, un tumore che colpisce orbita, ghiandola lacrimale e congiuntiva. Sebbene nessuno dei pazienti esaminati presentasse i sintomi dell'infezione, l'80% risultava portatore della Clamidia.

La persistenza dell'infezione da Clamidia psittaci potrebbe rappresentare uno stimolo cronico in grado di favorire la crescita incontrollata di alcuni linfociti che nel tempo possono trasformarsi, a loro volta, in cellule tumorali.

I ricercatori hanno quindi ipotizzato che l'uso di antibiotici in grado di eliminare la Clamidia psittaci potesse bloccare questo meccanismo e frenare la proliferazione delle cellule tumorali.

I risultati ottenuti sembrano particolarmente incoraggianti: nella maggioranza dei casi la terapia antibiotica ha indotto una rilevante regressione del linfoma. Il linfoma degli annessi oculari costituisce il 55% dei tumori dell'orbita e presenta un costante e considerevole aumento di incidenza. Questo tumore tende a riformarsi nonostante l'uso della radioterapia e della chemioterapia. Questi trattamenti hanno importanti effetti collaterali che, in alcuni casi, possono comportare la perdita della funzionalitą dell'occhio stesso.