FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

20/5/2008

Alessandra Di Sanzo è tornata

L'attrice protagonista con Pingitore

"Gli anni passano, si pensa di più". Alessandra Di Sanzo, l'indimenticata protagonista del film Mery per sempre, si prepara a tornare sotto i riflettori dopo anni di assenza. L'attrice, che vestirà a breve i panni di Violetta nella nuova fiction Mediaset Vita da paparazzo, diretta da Pier Francesco Pingitore riparte da una certezza "Fare questo mestiere". E svela un sogno: "Adoro il canto e vorrei recitare e cantare in un musical". 

Com’è arrivata la proposta di partecipare a Vita da paparazzo, la nuova fiction diretta da Pingitore?
E’ arrivata improvvisamente. Ho saputo di essere stata scelta dal mio agente, Fabio Saccani. E’ stato lui a darmi la notizia e allora mi sono detta: “Si ricomincia, mi rimetto in gioco”.

Per dieci anni è stata assente dalle scene. Dov’era finita?
Ho lavorato in una casa editrice a Bologna. L’esperienza cinematografica è sempre rimasta nel mio cuore, anche se sono passati tanti anni. E per anni mi sono sentita dire che dovevo portar pazienza, che bisognava trovarmi un ruolo adatto… Però la normalità, per una come me che ha tanta voglia di fare, fa sentire come essere messa da parte da se’ stessa.

Eppure ha detto no a tante proposte cinematografiche, perché?
Il mio personaggio era restato confinato a se’ stesso, sono stata un po’ usata e messa da parte. Mi proponevano particelle stupidine che non mi davano niente in termini di arricchimento personale, solo un pretesto per arrotondare. E allora non ne valeva la pena.

Perché ha accettato di interpretare Violetta in Vita da Paparazzo?
Perché c’era di mezzo Pingitore, che è un grande, e sapevo che non sarebbe stato niente di volgare. Violetta è un personaggio della notte, è una donna che si esibisce in un locale e durante una serata incontra dei fotografi…E’ una mascalzoncella, insomma, ma non voglio rivelare altro…

Com’è stato tornare sul set?
Ero emozionantissima. Confesso che davanti alle telecamere ho avuto un po’ di panico. Pingitore mi ha aiutata tanto. E’ una persona deliziosa, dolcissima, ha un modo di fare che fa sentire chiunque a proprio agio. Non l’avevo mai conosciuto prima ma era come se fosse una persona di famiglia, mi ha fatto sentire subito benvoluta.

Si sente cambiata rispetto a prima?
Sono una che osserva, socializza, ama raccontarsi. Mi piace parlare con la gente. Sono un po’ più triste ma allo stesso tempo più vera, più vivace. Ho imparato a lasciarmi andare. Adoro gli animali, mi piace anche regalarli a persone di mia fiducia. Ho tre cuccioli di pincher nani che amo…Che altro aggiungere, quanto a pet therapy sono a posto! (ride, n.d.r.)

Parteciperebbe a un reality?
Certo! Mi piacerebbe che questi signori che organizzano i reality mi invitassero a partecipare. In passato ho seguito soprattutto L’Isola dei famosi e La Fattoria.

Cosa farà dopo, fiction a parte?
Vorrei recitare e poter dimostrare di essere brava davvero. Quello che non mi è mai mancato in questi anni è l’affetto della gente. Mi capitava di essere fermata per strada e sentirmi chiedere: “Alessandra, perchè non fai più niente?” “Perché non mi vogliono”, mi trovavo a rispondere. Mi piacerebbe fare dei film e, perché no, delle fiction. Mi piacerebbe anche tornare a interpretare una trans, ma purchè non sia un ruolo ghettizzante come al solito. Il mio sogno più grande? Lavorare in un musical. Forse sono addirittura più brava a cantare che a recitare. Nei prossimi mesi ci sono delle cose che si stanno muovendo, c’è un progetto discografico, ma non voglio rivelare molto. In realtà è l’agente che mi fa sapere tutto all’ultimo minuto (ride, n.d.r.)! E poi, fiction a parte, mi vedrete presto a Mattino Cinque.

Cinzia Morgante

 

(Foto di Roberto Rocchi e Roberto Chiovitti)