TG COM

!! AVVISO !! Se non vedi la grafica probabilmente stai usando un browser che non supporta gli standards web, hai comunque la piena accessibilita' ai contenuti di questo sito

ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
5/3/2004

TV: Grande Fratello batte Sanremo

Canale 5 distacca Festival di tre punti

Grande Fratello 4 con 8.334.000 telespettatori, 32,26% di share, ha battuto la terza serata del Festival di Sanremo seguita da 8.707.000, 29,38%, nella prima parte, e 4.848.000, 29,04%, nella seconda. L'anno scorso, contro il GF, il Festival aveva conquistato 10.933.000 telespettatori, 35,88% di share, nella prima parte, e 5.850.000, 39,43%, nella seconda, mentre il reality show di Canale 5 aveva ottenuto 7.441.000, 29,02%.

E' di circa un milione di telespettatori quindi lo scarto tra Grande Fratello e Festival di Sanremo nel periodo in cui i due programmi si sono sovrapposti. Dalle 21.12 alle 22.52 e dalle 22.56 alle 23.55, questo il periodo di sovrapposizione delle due trasmissioni, Barbara D'Urso e compagni sono stati visti da 8.301.000 telespettatori con il 32% di share, il Festival di Sanremo da 7.332.000 con il 28,27% di share. Quello fatto registrare ieri dal Festival di Sanremo è il peggiore risultato della rassegna canora da quando esiste l'Auditel. Rispetto alla seconda serata, il Festival ha perso oltre 3 milioni di spettatori e quattro punti di share.

"Siamo nella storia della televisione italiana, perchè è la prima volta che una trasmissione batte il Festival di Sanremo. Sono molto felice", dichiara la D'Urso. "Non pensavo di poter vincere perchè comunque questo è un Festival diverso, può piacere o non piacere, però ha una formula nuova. Mi aspettavo di contrastare ma non di batterlo". Merito della puntata che, secondo la conduttrice, "era fortissima. Mi sono divertita tantissimo io stessa così come le persone in studio". Insomma, non si aspettava di batterlo perchè "Sanremo è Sanremo, è il mostro sacro e, a mio giudizio, è un prodotto ben fatto. Il GF ormai ha uno zoccolo duro, qualunque cosa mandi in onda la concorrenza, noi abbiamo sempre otto milioni di telespettatori che ci seguono. E' vero", ricorda la D'Urso, "già lo scorso anno avevamo data una bottarella al Festival durante l'esibizione di Fedro". La conduttrice giudica positiva la decisione di Mediaset di fare controprogrammazione. "Anche l'anno scorso la rete", spiega, "aveva deciso di andare in onda con GF e lo trovo giusto. C'è spazio per tutti quelli che sanno fare questo lavoro e lo fanno bene. Il pubblico, poi, sceglie, dividendosi. Ma è un ottimo prodotto anche Sanremo".

"Questa vittoria è la dimostrazione che Grande Fratello è un prodotto fresco, che tiene", commenta Paolo Bassetti (nella foto a destra), amministratore delegato della Endemol Italia, la società produttrice del GF. "Siamo contenti perchè dietro a questo programma", dice Bassetti, "c'è un grande gruppo di lavoro. Faccio i miei complimenti a tutti coloro che sono dietro alle quinte e alla conduttrice, Barbara D'Urso che si è inserita molto bene". Una risposta, dunque, a tutti coloro che "lo davano per morto, invece è una trasmissione che funziona sempre". Per il calo di ascolti di Sanremo, secondo Bassetti, "non ci sono demeriti da attribuire a nessuno. Sono cambiati un po' i gusti degli italiani, trasformati dall'arrivo negli ultimi anni di tanti nuovi programmi". Per questo, spiega, "non darei la colpa a nessuno, né conduttori e né dirigenti Rai. Si tratta solo di un percorso, non c'è più la forza centrale della canzone italiana come c'era stata fino a 4 o cinque anni fa". Dopo i doverosi ringraziamenti a chi lavora all'enorme macchina di GF, Bassetti tiene a ribadire che "siamo felici del nostro prodotto, speriamo di poter andare avanti ancora per qualche anno".

"Nella puntata di ieri sera c'era la gioiosità e la forza di un grande reality come Grande Fratello: è ormai il festival di Mediaset. Per di più rafforzato da cantanti molto popolari, quelli che ti aspetteresti di vedere a Sanremo", aggiunge Marco Liorni (nella foto in basso a sinistra), inviato del reality show di Canale 5. "Sanremo non ha più la forza accentratrice che aveva una volta. Davvero non è colpa di una grande Simona Ventura che in assenza dei big ha fatto l'unica cosa che poteva fare: il varietà".

I RINGRAZIAMENTI DI LUCIA ANNUNZIATA
"A Simona, Paola, Gene, Maurizio e a tutti i dipendenti va il mio ringraziamento per la generosità con cui, pur tra tante difficoltà, si stanno prodigando per il bene dell'azienda". Così la presidente della Rai Lucia Annunziata esprime in una nota la sua solidarietà a tutto lo staff di conduzione della rassegna canora e alle maestranze Rai impegnate nella kermesse.

GLI ALTRI ASCOLTI
Gli altri ascolti della prima serata: su Raiuno, prima del Festival, Affari tuoi con Paolo Bonolis conquista 10.614.000 telespettatori, 34,76% di share, mentre Striscia la notizia ottiene 7.816.000, 25,76%, e Dietro le quinte maledette, 6.710.000, 21,71%.

Sempre in prime time su Raidue il film Il patto dei lupi è stato seguito da 3.057.000 telespettatori, 10,68% di share, su Raitre il film Sposami papà, 2.286.000, 7,59%, su Italia 1 il film Assassins, 2.485.000, 9,02%, su Rete 4 La macchina del tempo con Alessandro Cecchi Paone, 1.124.000, 3,81%, e su La 7 il talk show Otto e mezzo, 625.000, 2,04%, e subito dopo il film I tre della croce del sud, 517.000, 2,04%.

Gli ascolti della seconda serata: su Raiuno Porta a porta Speciale Sanremo conquista 1.432.000 telespettatori, 34,69% di share, ma si tratta di una rilevazione parziale perchè il programma è andato oltre le due di notte, su Raidue Speciale Serie B, 920.000, 5,58%, su Raitre Primo piano, 797.000, 3,54%, e Un giorno in pretura, 747.000, 4,97%, su Canale 5 Maurizio Costanzo Show, 982.000, 13,43%, su Italia 1 Le iene con Alessia Marcuzzi, 1.566.000, 13,46%, e su Rete 4 il film 48 ore, 773.000, 5,74%.