FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Eva Longoria: "Da piccola ero brutta"

La protagonista della serie tv "Desperate Housewives" si confessa al Taormina Film Fest

- Parla di bellezza, donne, immigrazione. E' un fiume in piena Eva Longoria, ospite del Taormina Film Fest. L'attrice protagonista della serie tv "Desperate Housewives" dove vestiva i panni della seducente Gabrielle Solis confessa all'Ansa che da piccola si sentiva "un brutto anatroccolo". Ma, fasciata dal un lungo abito nero prima e rosso poi, è difficile crederle.

    "Sono cresciuta come il brutto anatroccolo della mia famiglia - racconta - Avevo tre sorelle tutte bionde con gli occhi chiari e io ero davvero bruttina, una nerd, la sfigata della famiglia. Ho pensato anche di essere stata adottata". Ma negli anni le cose sono cambiate: "Siccome mi sono riscattata in quanto a bellezza, solo al mio arrivo al college, ho imparato da ragazzina ad essere ironica anche per sopportare il fatto che avevo tre sorelle così belle".

    Sulla serie che l'ha resa famosa in tutto il mondo dice: "Ha cambiato tutto in modo radicale. E mi ha fatto conoscere il mondo. E' stata una esperienza molto divertente, un mix di dramma e commedia che mi ha visto impegnata per ben otto anni. Nella serie lavoravo con quattro donne protagoniste, ma non è vero, come scrivevano, che ci odiavamo sul set perché eravamo donne".

    A proposito di donne, la Longoria dice la sua sul femminicidio: "E' un fenomeno diffuso in tutto il mondo. Le donne sono sempre piu istruite, escono dai limiti sociali tollerati da certo mondo maschile. In Nigeria, come si sa, ci sono ragazze rapite perché andavano a scuola". Eva pensa la futuro e al nuovo impegno al cinema: "Sarò nel film Frontera di Michael Berry che parla del tema dell'immigrazione. Nel cast anche Ed Harris nel ruolo del cattivo-buono".

    TAG:
    Eva Longoria