TG COM

!! AVVISO !! Se non vedi la grafica probabilmente stai usando un browser che non supporta gli standards web, hai comunque la piena accessibilita' ai contenuti di questo sito

[14:40  07/10]

"El loco sonador", primo film italiano sul baseball

Verrà proiettato in anteprima assoluta a margine delle gare tra Grosseto e Bologna

A margine delle prime 2 gare delle finali IP Baseball Series di Baseball tra Grosseto e Bologna, un evento attirerà l`attenzione dei media. Alle 15 di sabato 9 ottobre, presso la "Fattoria La Principina", a pochi chilometri dal centro del capoluogo maremmano, verrà proiettato in anteprima assoluta (per giornalisti ed autorità) il film El loco sonador, a memoria la prima produzione italiana di sempre dedicata al baseball.

Il film è ambientato a Cuba e narra il sogno di Hector, un bambino che ama il baseball e sogna di essere un grande campione. A causa di una grave forma di asma, Hector non può misurarsi con i suoi coetanei e gioca da solo. Per questo viene soprannominato `El loco sonador` (il sognatore pazzo). Hector però non si arrende e decide di sognare. Ed è qui che inizia la magia.

Hector bambino è interpretato da Fidel Ernesto Rodriguez, un giovanissimo attore non professionista. `El Loco sonador` adulto è Pablo Montero, attore e cantante messicano e vera star nei paesi di lingua spagnola. Altra protagonista del film è Elizabeth Rivero Ruiz, bellissima attrice cubana che interpreta Ariadis, la compagna di Hector. La Ruiz sarà a Grosseto per la proiezione del film assieme al regista Angelo Rizzo (autore di programmi TV come `Mixer`, `Verissimo` e `La macchina del tempo`) e il produttore Alberto Spinola, ex olimpionico di Pallanuoto e anima del progetto in territorio cubano.

"Per raccontare la storia di Hector" dice Rizzo, che ha realizzato la pellicola per Aquariusfilm "Sono partito da un assunto: quando il sogno è più bello della realtà, vivi il sogno! Hector comunque non è solo un sognatore, è anche una persona onesta e positiva, che ama ridere e condividere. La distinzione tra ciò che Hector immagina e ciò che realmente accade non è netta, volutamente".

Il film rappresenta il massimo che un appassionato di baseball possa chiedere: omaggio ai grandi del passato ed emozionanti sequenze girate allo stadio `Latinoamericano` de L`Avana, nelle quale fa capolino anche la maglia azzurra della nazionale italiana.