FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Vicenda Milan: Fininvest cita Repubblica in giudizio

Comunicato stampa dopo lʼarticolo pubblicato oggi dal quotidiano

Vicenda Milan: Fininvest cita Repubblica in giudizio

Comunicato stampa Fininvest. Vicenda Milan: Fininvest cita Repubblica in giudizio. Non basta definire "cattivo giornalismo" l'incredibile operazione che Repubblica compie stamane. Annuncia con grande clamore in prima pagina l'apertura di una inchiesta della Procura di Milano, oltre che sui diritti tv, sulla "vendita del Milan". ma nelle due paginate che dedica all'argomento, sulla questione Milan compaiono solo poche righe di elucubrazioni, insinuazioni, ipotesi confuse, e l'ammissione che lo stesso quotidiano non sa assolutamente che cosa c'entrino le discussioni per la cessione di una minoranza della società calcistica con una presunta indagine sui diritti.

La Fininvest nulla sa di inchieste della Procura sulla vicenda Milan ed esclude che tali inchieste possano esistere. Ribadisce la cristallina correttezza dei proprio comportamenti. Ma denuncia con vigore un modo di fare disinformazione che ha superato ormai ogni limite. E' qualcosa di molto più grave del "cattivo giornalismo", è un comportamento inquailificabile, in grado di creare danni irreparabili. Repubblica sarà chiamata a risponderne davanti all'autorità giudiziaria.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali