FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Europa League, tris Sparta: Lazio fuori agli ottavi

Dockal, Krejci e Julis rovinano i sogni biancocelesti, non ci sono più squadre italiane nelle competizione europee

Europa League, tris Sparta: Lazio fuori agli ottavi

Incubo biancoceleste all'Olimpico: lo Sparta Praga vince 3-0 ed elimina la Lazio agli ottavi di finale di Europa League. Dopo un buon avvio, la squadra di Pioli prende due gol tra il decimo e dodicesimo minuto con Dockal e Krejci, Julis fa tris in chiusura di primo tempo. Nella ripresa gestione del match da parte dei cechi. Con l'eliminazione della Lazio, l'Italia rimane senza squadre impegnate in coppe europee.

LA PARTITA

Il sogno della Lazio finisce agli ottavi di finale, in modo brusco e deludente. Nonostante le premesse della vigilia, con Pioli arrivato a dire "puntiamo alla vittoria finale", i biancocelesti cadono vittima di uno Sparta Praga letale, non irresistibile ma efficace, e che approfitta della costante di questa stagione laziale: la fragilità difensiva, specialmente nella zona centrale. La scusa della mancanza di De Vrij (a cui, per questo match, si aggiungono quelle di Radu, Basta e Milinkovic-Savic) regge fino a un certo punto perché l'olandese, per quanto insostituibile nello scacchiere di Pioli, è assente da fine ottobre e né società né allenatore sono riusciti a rimediare in più di quattro mesi. Tre gol europei in casa la Lazio non li prendeva dal 2012, non paga la scelta di affidarsi all'esperienza di gente come Mauri, Candreva, Klose e lo Sparta trova la vittoria in una trasferta in Italia.

Una partita nata storta, che avrebbe potuto cambiare destino già dopo pochi secondi, anche se il tiro di Candreva è troppo facile per Bicik. Nonostante un atteggiamento positivo da parte dei laziali, che sapevano per proprie caratteristiche di non poter impostare una partita esclusivamente difensiva, l'uno-due tra il 10' e il 12' di Dockal e Krejci ha mandato all'aria i piani di Pioli. Sono il 13° e 14° gol stagionali presi dalla Lazio nei primi 15 minuti di partita. Il 3-4-1-2, con Dockal un po' trequartista un po' punta, mette in crisi Biglia e Parolo e anche se le occasioni per segnare non mancano - vedi il rigore in movimento sbagliato da Mauri al 26' - gli uomini di Scasny non rubano niente, se non un risultato troppo largo. La realtà è che quando riescono ad affondare verso la coppia centrale, per la Lazio sono dolori. Anche il terzo gol arriva per una marcatura troppo ballerina di Bisevac su Julis, ed è una mazzata troppo grande per l'undici di Pioli.

La ripresa è pura accademia, con i biancocelesti che ci mettono un po' di grinta per una ventina di minuti ma, quando capiscono che il fortino ceco non si sgretola, iniziano ad alzare bandiera bianca. Un paio di occasioni firmate Candreva e Matri non scaldano il cuore dell'Olimpico. Se dagli spalti parte la solita contestazione a Lotito, più inquietanti sono gli applausi a Felipe Anderson quando sbaglia un facile controllo. La sensazione è che, senza un deciso cambio di rotta (che l'occasione possa essere il derby del 3 aprile?), questo finale di stagione senza reali obiettivi rischi di assomigliare a una lunga, pericolosa sbandata. Un po' quella che sta vivendo il calcio italiano, tutto eliminato agli ottavi e mai così male dal 2000/01, con buona pace dei discorsi sul ranking.

LE PAGELLEHoedt 4,5 Non il massimo della sicurezza sui primi due gol, incerto nella gestione di ogni pallone. Non è aiutato dai compagni ma ci mette del suo
Mauri 4,5 Oltre al gol mangiato sulla coscienza, anche una prestazione negativa dal punto di vista tattico
Candreva 6 Sbaglia tanto ma almeno ci prova, degli undici iniziali biancocelesti uno dei migliori
Bicik 7 Gran parte della qualificazione passa dalle sua mani, magari non precisissime ma sempre efficaci. Tre interventi decisivi
Dockal 7 Trova lo spazio giusto per far male a difesa e centrocampo avversari ma soprattutto segna un bellissimo gol
Krejci 7 Come Dockal, gran partita. Il gol del 2-0 da "biliardo"

IL TABELLINOLAZIO-SPARTA PRAGA 0-3
Lazio (4-2-3-1): Marchetti 5,5; Konko 5,5 (22' st Mauricio 5,5), Bisevac 5, Hoedt 4,5, Lulic 6; Biglia 5,5, Parolo 5,5; Candreva 6, Mauri 4,5 (13' st Felipe Anderson 4,5), Keita 4,5; Klose 5 (13' st Matri 6). A disp.: Berisha, Gentiletti, Cataldi, Onazi. All.: Pioli 4,5
Sparta Praga (3-4-1-2): Bicik 7; Costa 5,5, Brabec 6,5, Holek 6; Zahustel 6,5, Marecek 6, Vacha 6,5 (25' st Matejovsky 6), Frydek 6,5; Dockal 7; Krejci 7 (38' st Fatai sv), Julis 6,5 (13' st Konatè 6). A disp.: Jiracek, Miller, Mazuch, Lafata. All.: Ščasný 6,5
Arbitro: Buquet (Francia)
Marcatori: 10' Dockal, 12' Krejci, 44' Julis
Ammoniti: Lulic (L), Frydek (S)
Espulsi: -

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali