FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Sport >
  • Champions League: Atletico Madrid in finale, Chelsea battuto 3-1

Champions League: Atletico Madrid in finale, Chelsea battuto 3-1

Torres segna e scoppia in lacrime, poi la rimonta degli spagnoli a Stamford Bridge

di MAX CRISTINA

- Sarà un derby di Madrid la finale della Champions League 2013-14. L'Atletico di Simeone ha infatti raggiunto il Real di Ancelotti battendo in rimonta 3-1 a Londra il Chelsea di Mourinho. Inglesi avanti al 36' con il gol dell'ex di Torres, che si scusa. Il pareggio arriva al 44' con Adrian Lopez, ma è nella ripresa che i Colchoneros dominano la scena. Il rigore di Diego Costa (58') e il gol di Arda Turan (72') valgono il pass per la finale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    LA PARTITA

    Londra è biancorossa. Per una volta i colori per fare la storia non sono quelli scelti da Mourinho, recordman di semifinali di Champions ma per la quarta volta consecutiva stoppato dalla sua stessa tattica a un solo passo dall'atto finale. Nella finale di Lisbona ci sarà invece l'Atletico Madrid del "Cholo" Simeone e per quanto visto in campo è giusto così. I Colchoneros hanno giocato una partita praticamente perfetta per intensità e organizzazione, ribaltando fino al 3-1 finale il momentaneo vantaggio di Torres, uno a cui il cuore biancorosso di Madrid batte ancora nel petto.

    E' la vittoria della tattica, certo, ma anche del calcio totale che Simeone ha saputo inculcare nella mente dei suoi ragazzi- Ha vinto la più squadra tra le due in campo e la dimostrazione è arrivata proprio nel momento più difficile, con la qualificazione alla storica finale che sembrava scivolare via dopo il più classico (e sofferto) dei gol dell'ex. Ma i dettagli fanno la differenza e questi dettagli dicono che l'Atletico Madrid è squadra vera, unita per la causa e con il libretto di istruzioni studiato a memoria. Il gol di Torres, in questo caso, è sembrato addirittura aiutare gli spagnoli che si sono liberati di un peso e, costretti dagli eventi ad attaccare, lo hanno fatto senza timori reverenziali, chiudendo all'angolo il Chelsea di Mourinho prendendolo a pugni da tutte le parti. Dalla destra con Juanfran, dalla sinistra con Arda Turan e Diego Costa, ma soprattutto nella mente con Tiago trasformatisi in una sorta di Pirlo portoghese in una serata perfetta. Il gioco prima del risultato che è invece arrivato di conseguenza. 

    Che la rimonta non sia stata frutto della casualità è fin semplice da spiegare e si ritrova in pochi semplici passaggi. Innanzitutto il gol del pareggio. Arriva al 44' a ridosso dell'intervallo, proprio quando una rete subita può far male il doppio. Arriva però con uno schema provato e riprovato dagli uomini di Simeone nel corso della stagione: azione sulla sinistra, palla al regista in questo caso Tiago, sventagliata sul terzino destro, palla in mezzo e deviazione vincente. Casualità? No, la dimostrazione arriva - facendo un salto temporale di qualche minuto - in occasione del 3-1 di Arda Turan. Stessa azione, stessa palla del portoghese per Juanfran e stesso finale con il turco a prendere le veci di Adrian per chiudere il match. La perfezione tecnica nell'esaltazione tattica offensiva. In mezzo sì c'è l'episodio fortunato, se così vogliamo chiamarlo. E' il rigore procurato e segnato da Diego Costa che approfitta dell'Eto'o terzino per farsi atterrare in area con una banalità disarmante. Una punizione degli dei del calcio per Mourinho probabilmente, per i sei difensori schierati a inizio partita con Azpilicueta trequartista e per i soliti attaccanti costretti a fare i terzini nella ripresa.

    Quello che conta però è sempre e solo il risultato e quello premia il miracolo di Simeone. Uno che nel silenzio generale ha portato una squadra decisamente meno dotata di molte altre - e soprattutto meno abbiente nel portafoglio - a un passo da uno storico "doblete" Liga-Champions. Un miracolo, appunto. L'apoteosi per la città di Madrid che vivrà un mese di maggio storico. Nella Liga, sì, ma soprattutto a Lisbona, terra di conquista per una città intera. Per quanto riguarda la nuova capitale del calcio però non ci sono più dubbi. 

    LE PAGELLE

    Tiago 8,5 - Stupisce vedere il fantasma (non) ammirato alla Juventus diventare l'uomo partita in una semifinale di Champions. Sorprende, ma fino a un certo punto. E' uno dei rivitalizzati di Simeone e dai suoi piedi partono i progetti di vittoria del Cholo. Non è un titolare, ma la lezione l'ha imparata a memoria.
    Eto'o 4 - Entra e decide la partita. Purtroppo per Mourinho non nella maniera ideale per il Chelsea. Regala un rigore agli avversari atterrando Diego Costa e non si riprende più.
    Arda Turan 8 - Il gol che chiude il match ne corona la solita partita da combattente. Un "Leonida" con i piedi fatati, uomo chiave per le fortune del club spagnoli.
    Torres 6,5 - Segna, non esulta e quasi piange. Sembra il solito romanzo un po' masochista dei registi del pallone, ma forse per lui finisce anche peggio. Non si gode il momento clou della sua serata e poi subisce lo scotto dell'eliminazione. Unica consolazione: in semifinale lui segna sempre.
    Simeone 8 - Stravince il duello con il collega portoghese che pochi giorni prima aveva evitato, un po' a ragione e un po' per supponenza, un confronto statistico. Il suo Atletico è una meraviglia.

    IL TABELLINO

    CHELSEA-ATLETICO MADRID 1-3 (and. 0-0)
    Chelsea (4-2-3-1):
    Schwarzer 6; Ivanovic 5,5, Terry 5,5, Cahill 5, Cole 4,5 (9' st Eto'o 4); David Luiz 6, Ramires 5,5; Azpilicueta 5, Willian 5,5 (31' st Schurrle 5,5), Hazard 6; F. Torres 6,5 (22' st Ba 5,5). A disp: Hilario, Kalas, Oscar, Van Ginkel. All. Mourinho 5
    Atletico Madrid (4-4-2): Courtois 7; Juanfran 7,5, Miranda 6,5, Godin 7, Filipe Luis 6,5; Arda Turan 8 (39' st Rodriguez sv), Mario Suarez 6, Tiago 8,5, Koke 7; Adriàn 7 (21' st Raul Garcia 6), Diego Costa 7,5 (31' st Sosa 6). A disp. Aranzubia, Alderweireld, Villa, Diego. All. Simeone 8
    Arbitro: Rizzoli
    Marcatori: 36' Torres (C), 44' Adrian (A), 15' st rig. Diego Costa (A), 27' st Arda Turan (A)
    Ammoniti: Cahill (C); Diego Costa, Adrian (A)
    Espulsi: nessuno

    TAG:
    Champions League
    Chelsea
    Atletico
    Pagelle
    Tabellino