23/10/2007

Milan: Jankulovski stop di due mesi

Kakà acciaccato, dubbio per Shakhtar

Un Milan zoppicante in tutti i sensi dovrà fare a meno per almeno due mesi di Jankulovski, che ha una lesione al menisco del ginocchio destro e nei prossimi giorni verrà sottoposto ad ulteriori accertamenti. Problemi anche per Kakà, che a causa di un dolore al ginocchio domenica non ha giocato e lunedì si è allenato a parte: il brasiliano spera di recuperare in tempo per essere in campo contro lo Shakhtar Donetsk.

In questo periodo al Milan gira tutto storto. Alla crisi in campionato si aggiungono le defezioni per gli infortuni, con la difesa che rischia l'emergenza per almeno due mesi. In attesa degli accertamenti, che dovrebbero essere effettuati giovedì, Jankulovski è infatti destinato a uno stop di almeno due mesi a causa di una lesione al menisco del ginocchio destro, sperando che non ci sia un interessamento dei legamenti che costringerebbe a un'operazione e a un conseguente stop di cinque o sei mesi. Il laterale ceco ha "scoperto" l'infortunio solo nella mattinata di lunedì, quando si è svegliato con un ginocchio gonfio. Nessuna botta subita durante la partita contro l'Empoli, nessun segnale di preavviso domenicale: il menisco ha ceduto lentamente ed è questo particolare ad allarmare maggiormente lo staff medico rossonero. Ancelotti si trova ora col problema della difesa e dei laterali da schierare: la soluzione migliore sarebbe Kaladze, ma il georgiano appena recuperato a sua volta un infortunio a parole continua a negare la sua disponibilità a tornare nel ruolo in cui ha giocato inizialmente nel Milan. L'utilizzo di Maldini sulla fascia è possibile solo come tampone occasionale, viste le condizione fisiche del capitano. A questo punto bisognerà affidarsi con continuità a Favalli o Serginho, 71 anni in due e il brasiliano perennemente acciaccato: Ancelotti incrocia le dita.

Il tecnico rischia anche di dover fare a meno di Kakà per il delicato impegno di Champions League di mercoledì sera a San Siro contro lo Shakhtar Donetsk di Lucarelli. Il brasiliano, tenuto a riposo cautelare contro l'Empoli, accusa ancora un fastidio al ginocchio e anche lunedì si è allenato solo in palestra. Il suo recupero dovrebbe avvenire in tempo e a Milanello si ostenta ottimismo, ma l'ipotesi di una sua assenza metterebbe in apprensione San Siro, visto lo stato attuale della rosa e la palese dipendenza dal prossimo candidato al Pallone d'Oro dimostrata dal Milan in questi ultimi tempi. Ancelotti incrocia ancora le dita.