20/10/2007

Torna all'Olimpico il Derby del Sud

Tra Roma e Napoli Ŕ la sfida n. 121

Torna la sfida tra Roma Napoli. All'Olimpico solamente gli abbonati, ma lo spettacolo Ŕ assicurato. 121esima gara in totale e 61esima in casa giallorossa. Spalletti recupera Cassetti e Perrotta, Reja ha a disposizione la rosa al completo. Luciano Spalletti, che festeggia le 280 panchine in serie A, non ha mai vinto contro Edy Reja. I precedenti parlano di 41 vittorie della Roma, 44 pareggi e 35 vittorie del Napoli.

C'era una volta quando le due tifoserie erano gemellate, quando ci si scambiava i gagliardetti a centrocampo prima ancora che le squadre scendessero sul terreno di gioco. C'era una volta la tifoseria napoletana che portava a spasso per tutta Italia un asinello, un ciuccio in carne ed ossa come simbolo vivente del loro stemma. Ecco, c'era una volta e la favola si interrompe bruscamente perchŔ tutto questo non c'Ŕ pi¨.

Per chi volesse raccontarlo, parte cosi, male, questo anticipo al sabato tra la Roma e il Napoli allo stadio Olimpico. Una gara a rischio: questo Ŕ diventata una delle sfide pi¨ suggestive del calcio nostrano e come tale, secondo l'Osservatorio, merita che sugli spalti ci siano solamente gli abbonati giallorossi e non una tifoserie intera. Senza voler concedere nessuna prova d'appello.

Spettacolo sugli spalti o meno, comunque si gioca. Spalletti taglierÓ il traguardo della 280esima panchina nella massima serie e non ha mai battuto il collega Reja e giÓ questa Ŕ una sfida nella sfida. Per il resto, la Roma ritrova Cassetti e Perrotta anche se i due partiranno dalla panchina. Per il resto spazio a una difesa con Cicinho, Mexes, Ferrari e Tonetto. In mezzo al campo, ancora out Aquilani, ma c'Ŕ Pizarro con De Rossi al suo fianco. In avanti l'unica punta Totti con i suoi scudieri Giuly, Vucinic e Mancini.

Sponda partenopea, Reja ha tutti gli uomini a disposizione, anche Gargano, rientrato un giorno dopo gli altri dalla nazionale. Iezzo sarÓ in porta con Cupi, Domizzi e Cannavaro davanti a lui in difesa, in mezzo centrocampo folto per cercare di arginare la velocitÓ giallorossa con Garics, Blasi, Gargano, Hamsik e savini. In avanti Zalayeta e Lavezzi.

Arbitra il signor Tagliavento di Terni.