7/9/2007

Pato: "Sheva? Per ora ho solo il 7"

"E' stata una serata molto importante"

L'esordio è stato con il botto, un bel gol ed altre buone azioni, che hanno fatto entusiasmare il popolo milanista. Pato, però, resta tranquillo e pensa a lavorare: "E' stata una serata importante - ha detto - Mi trovo bene, cerco di seguire gli allenamenti con attenzione e so che devo migliorare molto". Ha la maglia n° 7, che fu di Shevchenko: "Per ora ho solo il numero, lui ha fatto grandissime cose al Milan".

E' stata una serata particolare, quella che Pato ha vissuto a Kiev. Esordio in rossonero, primo gol e come avversario quell'Andriy Shevchenko che, fino a due anni fa, indossava la sua maglia numero 7. L'ucraino gli ha fatto i complimenti a fine gara ed è subito scattato il paragone tra il nuovo ed il vecchio fuoriclasse milanista.
Il giovane brasiliano, tuttavia, non si sente ancora pronto per affrontare un paragone del genere e predica calma: "E' il numero 7 più importante della storia del Milan - ha detto - Sarà difficile raggiungerlo, lui ha fatto cose grandissime nel Milan. Per farlo dovrò lavorare tantissimo".

La prima rete con la casacca rossonera è arrivata di testa: "Non è la prima volta che faccio gol di testa - ha ricordato - Ho segnato una rete simile anche con la Nazionale Under 20 del Brasile. Per il resto, sono un giocatore a disposizione della squadra. Sono un attaccante d'area di rigore, ma mi piace dialogare con la squadra in campo, con i miei compagni". Putroppo sia loro, che i tifosi rossoneri dovranno aspettare fino al 2008 per vedere le sue magie in una partita ufficiale.