7/8/2007

Betis: Vogel al campo con i legali

L'ex Milan, fuori rosa, querela il club

Niente borsa di allenamento, ma una bella ventiquattrore piena di documenti, un avvocato e un notaio. Si Ŕ presentato in questo modo alla cittadella sportiva del Betis l'ex milanista Johann Vogel che il tecnico degli andalusi, Cuper ha messo fuori rosa. Il giocatore ha deciso di sporgere una doppia querela per inadempimento contrattuale e presunti mancati pagamenti. Lo svizzero ha ancora due anni di contratto col Betis.

Una telefonata, quindi, da parte di Hector Cuper, gli intimava di non presentarsi al campo di allenamento per allenarsi. Detto fatto: Johann Vogel non Ŕ andato alla cittadella sportiva del Betis Siviglia per recarsi nello spogliatoio, ma per rispondere al suo allenatore e alla sua societÓ, a suon di querele. Vogel, Ŕ stato accompagnato dal suo suo legale personale, Juan de Dios Crespo, che ha voluto anche la presenza di un notaio per certificare e testimoniare quel famoso divieto di allenarsi imposto da Cuper.

Subito dopo la visita di cortesia al campo, il giocatore svizzero, ex Milan, si Ŕ recato, sempre in compagnia dei legali, negli uffici del Centro di mediazione, arbitraggio e conciliazione della Giunta Regionale dell'Andalusia, dove ha presentato una doppia querela nei confronti del club di Siviglia. La prima per inadempienza contrattuale, datro che ritiene violato il diritto a lavorare con la squadra alla quale appartiene, il secondo per presunti mancati pagamenti.

Questo non Ŕ nemmeno l'ultimo contenzioso che vede interessata la squadra di Cuper. Il PSV ha denunciato il Betis alla Fifa per il caso dell'attaccante brasiliano Robert, ceduto da due stagioni agli andalusi con opzione sull'acquisto. Il club spagnolo, secondo gli olandesi, avrebbe pagato solo un pagamento, ignorando le rate successive.

La prossima amichevole, il Betis la giocherÓ contro proprio l'ex squadra di Vogel, il Milan.