ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità

6/5/2007

Boxe, Mayweather mondiale Wbc

Las Vegas, battuto ai punti De la Hoya

Il titolo mondiale di pugilato Wbc dei superwelter va a Floyd Mayweather, che, sul ring di Las Vegas, ha battuto ai punti l'avversario Oscar De la Hoya. Con questa vittoria ai punti (113-115, 116-112, 115-113), l'americano Mayweather, 30 anni, mantiene la sua imbattibilità in 38 combattimenti. De la Hoya, di 4 anni più vecchio, subisce la quinta sconfitta  in 43 combattimenti.

Il trentenne di Grand Rapids si è imposto con un verdetto non unanime: i giudici Jerry Roth (115-113) e Chuck Giampa (116-112) gli hanno assegnato la vittoria, mentre Tom Kaczmarek ha preferito de la Hoya (115-113). "Pensavo di avere vinto - ha detto il californiano - non ha funzionato il diretto e nella seconda parte del match ho fatto fatica a contenere Mayweather. In ogni caso, lui non ha fatto grandi cose: io sono un campione e per battermi davvero avrebbe dovuto fare molto di più. Sono stato io a fare il match e a mettere a segno i colpi piùsignificativi". Ovviamente di tutt'altro avviso il suo avversario, al quinto titolo iridato dopo quelli nelle categorie superpiuma, leggeri, superleggeri e welter: "In fin dei conti è stato tutto facile - lo sprezzante commento di Mayweather - l'ho surclassato sotto tutti i punti di vista. Vedevo sempre partire i suoi colpi e non avevo difficoltà ad evitarli. Oscar de la Hoya è considerato il miglior pugile degli ultimi anni e io l'ho battuto".

Per de la Hoya, 34 anni, si è trattato della quinta sconfitta a fronte di 38 successi (di cui 30 prima del limite). Mayweather, imbattuto da professionista (38 successi con 24 ko), ha confermato i propositi di ritiro: "Non mi è rimasto nulla da dimostrare. Ho fatto soldi a palate e voglio passare più tempo con i miei figli". Sarà, ma dietro il giallo che circonda il verdetto dei giudici potrebbero nascondersi i propositi dei manager di organizzare la rivincita. Subito dopo il match, infatti, si sono diffuse voci secondo cui in uno dei cartellini Mayweather ha prevalso per errore. I colori degli angoli dei due pugili (rosso per de la Hoya e blu per Mayweather) erano invertiti sui fogli dei giudici. La Commissione pugilistica del Nevada studierà il caso, ma forse tutto sarà risolto con l'organizzazione di un secondo incontro con tanto di record d'incassi nuovamente polverizzati.