ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità

30/10/2006

Cassano messo fuori rosa dal Real

Al barese fatale litigio con Capello

E' costato molto caro ad Antonio Cassano il litigio con Fabio Capello dopo la gara di domenica scorsa a Terragona vinta per 3-1 dal Real. Il barese è stato multato ma soprattutto è stato messo fuori rosa per "indisciplina" fino a data da destinarsi. Il giocatore, che a Madrid continua a trovare poco spazio nonostante l'arrivo del suo mentore, aveva contestato pesantemente il tecnico, invitandolo a quanto pare a vergognarsi.

Il lupo perde il pelo...Ci risiamo, Antonio Cassano proprio non riesce a starsene tranquillo, un po' per il suo carattere focoso, un po' perché la saggezza insegna che dai propri errori si impara e forse Cassano tanto saggio non è. E dopo le delusioni calcistiche della passata stagione, quando era sulle prime pagine di tutti i giornali più per il suo peso che per le magie in campo, adesso arrivano anche le pecche caratteriali, quelle che hanno sempre contraddistinto il talento di Bari Vecchia.
Sempre ad eccezione della parentesi felice di Roma, quando sulla panchina giallorossa sedeva proprio Don Fabio. E la notizia sta proprio qui, in questa punizione inflittagli con Capello allenatore, segnale probabilmente che il futuro spagnolo di Cassano è sempre meno blanco, nonostante a Madrid sia arrivato il suo mentore.

Ma il litigio con Capello dopo la vittoriosa trasferta di Terragona non è andata a genio alla dirigenza che ha deciso di multare il giocatore, ma soprattutto metterlo fuori rosa fino a data da destinarsi per motivi di "indisciplina". La causa? Non averlo schierato in campo, tanto che Cassano, a quanto pare, sarebbe sbottato contro il tecnico: "E' così che mi ripaghi? Io ti ho sempre difeso anche nei momenti più difficili. E questo è il modo di ringraziarmi, io che alla Roma sono sempre stato dalla tua parte?". Adesso il fantasista avrà modo di riflettere, quando correrà a bordo campo da solo, al massimo aggregato alla squadra primavera. Sempre che nel suo futuro ci sia ancora la maglia delle merengues.