ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità

27/10/2006

Arbitrato:Juve sorride,Milan piange

A bianconeri +8,niente sconto rossoneri

La Camera di conciliazione e arbitrato del Coni ha emesso le sentenze di terzo ed ultimo grado della giustizia sportiva sullo scandalo di calciopoli: alla Juventus (-17) è stata applicata la riduzione di 8 punti nella classifica di serie B, la Lazio (-11) ha avuto un eguale "sconto" di 8 punti ma nel massimo campionato, 4 punti in più per la Fiorentina (-19), mentre al Milan (-8) non è stato tolto alcun punto.

MILAN
Dopo una lunghissima camera di consiglio, la Camera di concilizione ed Arbitrato del Coni ha deciso di non ridurre di alcun punto la penalizzazione dei rossoneri che, partiti con un handicap di 8 punti, si ritrovano con la stessa penalizzazione di inizio campionato. In questo modo il Milan resta con 7 punti in classifica, frutto di 4 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta. La Camera dell'Arbitrato ha sottolineat le "evidenti responsabilità" dei rossoneri.
Tappe "calciopoli" per il Milan:
La richiesta della procura federale: Retrocessione in Serie B con 3 punti di penalizzazione. 
Caf: Penalizzazione di 44 punti nella classifica del campionato di Serie A 2005-2006. Penalizzazione di 15 punti da scontare nella stagione 2006-2007, da disputare in Serie A. 
Corte Federale: Penalizzazione di 30 punti nella classifica del campionato di serie A 2005-06. Penalizzazione di 8 punti da scontare nella stagione 2006-2007, da disputare in Serie A con una giornata di squalifica al campo e 100mila euro di multa. 
Camera di Conciliazione: Tentativo di Conciliazione fallito. Concessa la sospensione delle pene accessorie. 
Arbitrato: Il Milan non ha ottenuto nessuno sconto e la penalizzazione inflitta per il campionato di serie A 2006-2007 resta a punti 8. 
Dispositivo della sentenza:
1) conferma della penalizzazione inflitta con riguardo alle stagioni 2005-2006 e 2006-2007;
2) conversione della squalifica del campo, gia' sospesa in via cautelare, nell'obbligo di devolvere entro 90 giorni dalla pubblicazione del presente lodo un importo corrispondente alla quota di incasso per vendita di biglietti relativa alla prima partita casalinga del campionato 2006-2007 a favore della FIGC, con vincolo di destinazione a finalita' di promozione dell'attivita' giovanile e dilettantistica;
3) conferma dell'ammenda inflitta nell'importo di Euro 100.000 a favore della FIGC
                
JUVENTUS
Voleva lo sconto e sconto è stato. I bianconeri, la squadra più colpita dalla vicenda "calciopoli", si sono visti togliere 8 punti di penalizzazione, passanbdo così dal meno 17 di inizio campionato a un meno 9 che, in base ai punti totalizzati finora nel campionato di serie B, portano la Juve a 10 punti (2 più gli 8 aggiunti) e con una gara ancora da disputare che potenzialmente, in caso di vittoria, porta la società di Cobolli Gigli a 13 punti, 5 in meno della capolista Genoa. Per la Juve, si legge nella sentenza, "ha contato il comportamento successivo allo scandalo", col rinnovamento della struttura societaria e l'addio di Moggi e Giraudo.
Tappe "calciopoli" per la Juventus:
La richiesta della procura federale: Esclusione dalla Serie A con assegnazione ad un altro campionato federale inferiore alla Serie B. Revoca dello scudetto della stagione 2004-2005 e non assegnazione dello scudetto della stagione 2005-2006. 
Caf: Retrocessione all'ultimo posto del campionato di Serie A 2005-2006 e penalizzazione di 30 punti nella stagione 2006-2007, da disputare nel campionato di Serie B. Revoca del titolo di Campione d'Italia della stagione 2004-2005. Non assegnazione del titolo di Campione d'Italia della stagione 2005-2006. Ammenda di 80mila euro. 
Corte Federale: Retrocessione all'ultimo posto del campionato di Serie A 2005-2006 e penalizzazione di 17 punti nella stagione 2006-07, da disputare nel campionato di Serie B, tre giornate di squalifica del campo. Revoca del titolo di Campione d'Italia della stagione 2004-2005. Non assegnazione del titolo di Campione d'Italia della stagione 2005-2006. Ammenda di 120mila euro. 
Camera di Conciliazione: Fallito il tentativo di conciliazione. Concessa la sospensione delle pene accessorie. 
Arbitrato - La Juventus ha ottenuto 8 punti di sconto che riduce la penalizzazione inflitta per il campionato di serie A 2006-2007 a punti 9. 
Dispositivo della sentenza:
1) conferma della penalizzazione inflitta con riguardo alle stagioni 2005-2006 e 2006-2007;
2) riduzione della penalizzazione inflitta per il campionato di serie B 2006-2007 a punti 9;
3) conversione della squalifica del campo, gia' sospesa in via cautelare, nell'obbligo di devolvere entro 90 giorni dalla pubblicazione del presente lodo un importo corrispondente alla quota di incasso per vendita di biglietti relativa alla prima partita casalinga del campionato 2006-2007 a favore della FIGC, con vincolo di destinazione a finalita' di promozione dell'attivita' giovanile e dilettantistica;
4) conferma dell'ammenda inflitta nell'importo di Euro 100.000 a favore della FIGC
    
LAZIO
Anche i biancocelesti tirano un sospiro di sollievo perché, fatti i debiti conti, sono la squadra che ha tratto i maggiori vantaggi dalla sentenza dell'Arbitrato. Penalizzati di 11 punti, gli uomini di Delio Rossi partono quindi con una penalizzazione di meno 3 arrivando così a 7 punti in classifica, stesso punteggio del Milan.
Tappe "calciopoli" per la Lazio:
La richiesta della procura federale: Retrocessione in Serie B con 15 punti di penalizzazione
Caf: Retrocessione all'ultimo posto del campionato di Serie A 2005-2006. Penalizzazione di 7 punti nella stagione 2006-2007, da disputare nel campionato di Serie B. 
Corte Federale: Penalizzazione di 30 punti nella classifica del campionato di Serie A 2005-2006. Penalizzazione di 11 punti nella stagione 2006-2007, da disputare nel campionato di Serie A con 2 giornate di squalifica del campo. Ammenda di 100mila euro. 
Camera di Conciliazione: Fallito il tentativo di conciliazione. Concessa la sospensione delle pene accessorie. 
Arbitrato: La Lazio ha ottenuto 8 punti di sconto che riduce la penalizzazione inflitta per il campionato di serie A 2006-2007 a punti 3. 
Dispositivo della sentenza:
1) conferma della penalizzazione inflitta con riguardo alla stagione 2005-2006;
2) riduzione della penalizzazione inflitta per il campionato di serie A 2006-2007 a punti 3;
3) conversione della squalifica del campo, gia' sospesa in via cautelare, nell'obbligo di devolvere entro 90 giorni dalla pubblicazione del presente lodo un importo corrispondente alla quota di incasso per vendita di biglietti relativa alle prime due partite casalinghe del campionato 2006-2007 a favore della FIGC, con vincolo di destinazione a finalita' di promozione dell'attivita' giovanile e dilettantistica;
4) conferma dell'ammenda inflitta nell'importo di Euro 100.000 a favore della FIGC
  
FIORENTINA
Nonostante la minaccia di ricorso al Tar, i viola, la squadra più colpita fra quelle rimaste in serie A, si sono visti togliere appena 4 punti, passando dal meno 19 iniziale a un meno 15 che, in base ai 15 punti fatti in campionato, porta gli uomini di Prandelli a 0 punti in classifica. Sempre in casa viola, soddisfazione per il patron Diego Della Valle che ha visto derubricata la propria pena, uscendo così pulito dallo scandalo.
Tappe di "calciopoli" per la Fiorentina:
La richiesta della procura federale: Retrocessione in Serie B con 15 punti di penalizzazione. 
Caf: Retrocessione all'ultimo posto del campionato di Serie A 2005-2006. Penalizzazione di 12 punti nella stagione 2006-2007, da disputare nel campionato di Serie B. 
Corte Federale: Penalizzazione di 30 punti nella classifica del campionato di Serie A 2005-2006. Penalizzazione di 19 punti nella stagione 2006-2007, da disputare nel campionato di Serie A. Tre giornate di squalifica al campo. Ammenda di 120mila euro. 
Camera di conciliazione Fallito il tentativo di conciliazione. Concessa la sospensione delle pene accessorie. 
Arbitrato: La Fiorentina ha ottenuto 4 punti di sconto che riduce la penalizzazione inflitta per il campionato di serie A 2006-2007 a punti 15.
Dispositivo della sentenza:
1) conferma della penalizzazione inflitta con riguardo alla stagione 2005-2006;
2) riduzione della penalizzazione inflitta per il campionato di serie A 2006-2007 a punti 15;
3) conversione della squalifica del campo, gia' sospesa in via cautelare, nell'obbligo di devolvere entro 90 giorni dalla pubblicazione del presente lodo un importo corrispondente alla quota di incasso per vendita di biglietti relativa alle prime tre partite casalinghe del campionato 2006-2007 a favore della FIGC, con vincolo di destinazione a finalita' di promozione dell'attivita' giovanile e dilettantistica;
4) conferma dell'ammenda inflitta nell'importo di Euro 100.000 a favore della FIGC