ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità

19/4/2006

Cassano, campione di imitazioni

Spopola suo clone: grasso e mangione

A gennaio il passaggio di Antonio Cassano al Real Madrid suscitò grande clamore. Ora, quasi sempre in panchina, l'attaccante continua ad attirare su di sè l'attenzione per un'imitazione in cui il comico Carlos Latre gli va il verso: davanti alle telecamere Latre si presenta con un pancione e dieci ciambelle al cioccolato. E intanto Benito Floro, direttore tecnico del Real, lo scarica: "Non ho chiesto io il suo acquisto".

Una volta il gordo era Ronaldo. Ora, il non invidiabile appellativo è passato ad Antonio Cassano che, nei programmi televisi spagnoli, sta letteralmete spopolando. Non per meriti calcistici, ma per essere ormai noto come "ottima forchetta". Colpa, o merito a seconda dei punti di vista, di Carlos Latre, uno dei più famosi imitatori spagnoli che conduce un programma intitolato "Maracanà 06"..
Davanti alle telecamere, Latre si presenta con la maglia del Real numero 19, con un pancione smisurato e un vassoio strapieno di ciambelle al cioccolato. Tutta colpa dei primi giorni spagnoli dell'attaccante barese che, a quanto si racconta, si fece beccare proprio da Latre mentre "gustava" la bellezza di 10 ciambelle al cioccolato. Il suo arrivo sucitò enorme clamore sia in Italia sia in Spagna, ma ad oggi Cassano ha preso confidenza solo con la panchina: 106 giorni spagnoli e appena 484 minuti con due soli gol.

Ma in tv ormai è diventato un tormentone. Il suo clone spopola, grasso, mangione e, diciamo, non troppo sagace. Colpa anche del suo conflittuale rapporto con la stampa, visto che raramente si concede ai microfoni e taccuini dei giornalisti. E intanto a Madrid iniziano a scoppiare le prime polemiche sul suo arrivo. Il direttore tecnico del Real, Benito Floro, avrebbe infatti candidamente ammesso: "Io non ho mai chiesto l'acquisto di Antonio Cassano. Avevo in mente un attaccante forte e con altre caratteristiche, ma in quel momento non ce n'era nessuno sul mercato. Prima che Raul e Ronaldo si infortunassero, il club ha deciso di prendere un altro attaccante come Cassano". In poche parole una bocciatura vera e propria che apre ulteriori spiragli di mercato: un ritorno in Italia? Forse, ma attenzione perchè anche da noi la Gialappa's incombe.