ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità

13/7/2005

Ferretti: "Frigo è una canaglia"

LeBlanc: "Deve sparire al più presto"

Il team manager della Fassa Bortolo Giancarlo Ferretti si scaglia contro Dario Frigo, fermato perchè coinvolto in una vicenda doping: "L'errore è aver creduto ancora in lui dopo l'esclusione di quattro anni fa. La lezione non gli è bastata: Frigo è una canaglia con la c maiuscola". Duro anche il patron del Tour LeBlanc: "Fa parte di quella generazione di corridori che deve sparire al più presto dalla circolazione".

LeBlanc (Afp)

"Dario Frigo non fa parte della categoria dei ragazzi ingenui, è una canaglia". Parole durissime quelle di Giancarlo Ferretti, team manager della Fassa Bortolo: "La posizione della nostra squadra e' quella di tutte le squadre quando capitano queste cose: licenziare il corridore - ha spiegato Ferretti - Ma si dovrebbe fare molto di più per quanto fatto dal corridore. Personalmente ho creduto in Frigo dopo che fu trovato quattro anni fa con quelle fiale, gli ho dato una seconda opportunità, quella di riprovare con noi. Ci ho creduto, come ci credette tutta la sala stampa quando si presentò dopo che fu escluso dal Giro. Ho creduto nella sua ingenuità, nella sua faccia d'angelo. La lezione non gli è bastata. Dario Frigo non fa parte di una categoria di ragazzi ingenui, ma è una canaglia. Ha ragione Leblanc, bisogna allontanarli dal ciclismo. Anzi, aggiungo che questi personaggi dovrebbero essere cacciati anche dai bordi delle strade, non devono più guardarlo nemmeno il ciclismo. A noi squadre del ProTour hanno messo tante regole, ma ne manca una: le fidejussioni per garantire gli impegni con i corridori dovrebbero firmarle anche loro, perchè in casi come questo noi subiamo tanti danni e la nostra immagine va a putt.... Frigo farà un po' di galera, un mese, ma non è abbastanza. Io ho fatto l'errore di riprenderlo, stavo cercando di lasciarlo ma non mi hanno dato la possibilità di farlo. Quando una squadra capisce che un corridore deve essere allontanato glielo devono lasciare fare". La notizia del fermo di polizia di Frigo è stata assolutamente improvvisa per la Fassa: "Non pensavo che fosse una cosa del genere - ha detto Ferretti - m'aspettavo di tutto, ma non questo. Quest'anno abbiamo ben tre medici a disposizione in squadra e non c'è una gara in cui non c'è un nostro dottore al seguito. Lo hanno controllato, tutto era a posto, ma aveva le fiale nell'auto della moglie". Il Tour ha ufficialmente scagionato la Fassa Bortolo da ogni responsabilità:. "Questo non toglie la bruttura della faccenda", ha concluso mestamente Ferretti.

Duro anche il direttore del Tour, Jean-Marie LeBlanc: "La polizia sta facendo il suo lavoro, il suo intervento è un elemento importante nello lotta al doping". Poi attacca Frigo: "Se le accuse saranno confermate il corridore è recidivo. Fa parte di quella generazione di corridori che deve sparire al più presto dalla circolazione a vantaggio dei giovani rispettosi delle regole e dell'etica".