FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Sport >
  • calcio >
  • Champions, Juventus-Malmoe 2-0: Tevez si sblocca 1988 giorni dopo

Champions, Juventus-Malmoe 2-0: Tevez si sblocca 1988 giorni dopo

Allo Stadium decide una doppietta dell'Apache

- Inizia con una vittoria il cammino nella Champions League 2014/15 della Juventus. Gli uomini di Allegri hanno battuto 2-0 il Malmoe allo Stadium nella prima partita del Gruppo A. A decidere il match è stata la doppietta di Carlitos Tevez al 58' imbeccato in area da un colpo di tacco di Asamoah e all'89' bravo a infilare l'angolino su calcio di punizione. Per l'Apache una liberazione: l'attaccante argentino non segnava in Champions da 1988 giorni.

    LA PARTITA

    Non poteva che finire in questo modo. Tutti gliel'hanno chiesto, lui stesso l'ha più volte invocato e alla fine il gol in Champions di Carlitos Tevez è arrivato. Ci sono voluti 1988 giorni (l'ultimo fu nell'aprile 2009) e ben 1003 minuti di gioco, ma è arrivato. Buon per la Juventus che con la doppietta dell'Apache ha scardinato la difesa arroccata del Malmoe poco prima che la partita si complicasse ancora più del previsto. C'è voluta quasi un'ora per sentire l'urlo dello Stadium, ma da lì in poi la gara è stata in discesa e i tre punti in cassaforte il giusto premio per una partita completamente dominata.Le intenzioni del Malmoe del resto erano chiare sin dalla vigilia: difesa a cinque e, se proprio capitassero, ripartenze. Tutti dietro la linea del pallone tranne le due punte per intasare la parte centrale del campo ed impedire i letali inserimenti dei centrocampisti. Normale che, citando il tecnico Allegri, la Juventus si sia trovata a far di necessità virtù riempiendo il primo tempo di cross, potenzialmente pericolosi e nulla più, e tiri da lontano la porta svedese. Il ritmo basso però ha ricordato l'ultima Juventus di Conte in versione europea, un diesel nell'ingranare quella marcia che in Italia scatta subito. Non è un caso che fino al 44', minuto dell'erroraccio di Lichtsteiner a tu per tu con Olsen, il mezzo miracolo l'aveva compiuto Buffon al 17' in uscita sul sinistro di Eriksson. L'unica occasione per gli azzurri venuti dalla Scandinavia.

    Ma la Juventus fuori dall'Italia, come detto, è un diesel. Ci mette un po' ad accendersi ma quando lo fa diventa inarrestabile e il secondo tempo l'ha confermato. Il Malmoe rinuncia definitivamente a giocare mettendosi a fare melina in mezzo al campo già al 57' per perdere tempo. Gli dei del calcio però lo puniscono subito, in questo caso mettendo fine al digiuno di Tevez giusto un minuto dopo con un grandissimo assist di tacco in area di Asamoah. Roba da applausi a scena aperta e non solo per l'Apache. Un minuto dopo l'arbitro annulla un gol a Llorente al termine della solita azione con Lichtsteiner protagonista e fino all'89', quando Tevez trova addirittura la doppietta con una bella punizione all'angolino, è la sagra del gol mancato da Llorente e Pogba. Poco male, la Juventus inizia il girone con 3 punti anche se la notizia un po' così arriva da Atene. L'Olympiakos non è da sottovalutare, c'è e venderà cara la pelle.

    LE PAGELLE

    Lichtsteiner 7,5 - Meriterebbe un gol o l'assist decisivo per la solità corsa instancabile sulla destra. Invece si divora entrambe, ma non importa pressoché a nessuno. Vince ogni duello e in ogni azione pericolosa lui, là, c'è.
    Rosenberg 5,5 - Passa più tempo a provocare Lichtsteiner che a cercare la porta di Buffon. Nemmeno un tiro in porta pericoloso, nemmeno per sbaglio, ma prova a far salire la squadra più del compagno di reparto.
    Tevez 7,5 - Inutile snocciolare di nuovo tutti i numeri della sua astinenza. A questo punto fa più impressione capire come uno dalle sue doti abbia impiegato tanto tempo a tornare al gol. Questa vittoria è tutta sua, porta il suo nome. Può essere l'Ibra che Allegri ebbe al Milan.
    Forsberg 6 - E' forse il giocatore più interessante mostrato in campo dagli svedesi. A centrocampo testa alta e piedi buoni.
    Asamoah 7 - L'assist di tacco che lancia Tevez è qualcosa da applausi a non finire e merita un'ulteriore menzione. Con Evra meccanismi già buoni ma da perfezionare

    IL TABELLINO

    JUVENTUS-MALMOE 2-0
    Juventus (3-5-2):
    Buffon 6,5; Caceres 6,5, Bonucci 6,5, Chiellini 6,5; Lichtsteiner 7,5 (46' st Romulo sv), Pogba 6,5, Marchisio 6, Asamoah 7, Evra 6; Llorente 6 (40' st Morata sv), Tevez 7,5 (46' st Giovinco sv). A disp.: Storari, Ogbonna, Padoin, Coman. All.: Allegri 6,5.
    Malmoe (5-3-2): Olsen 6; Tinnerholm 6, Johansson 5,5, Halsti 6, Helander 5,5, Konate 5; Thelin 5 (28' st Kroon 5,5), Adu 5,5, Forsberg 6; Rosenberg 5,5 (8' st Mehmeti 5), Eriksson 5,5 (36' st Rakip sv). A disp.: Azinovic, Nazari, Hammar, Cibicki. All.: Hareide 5,5.
    Arbitro: Marciniak (Polonia)
    Marcatori: 14' st Tevez, 44' st Tevez
    Ammoniti: Konate, Eriksson, Helander (M)
    Espulsi: nessuno 

    TAG:
    Champions
    Calcio
    Juve
    Malmoe
    Diretta