FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nick Cordero è morto a 41 anni per coronavirus: inutile l'estremo tentativo con l'amputazione della gamba

Lʼattore da 95 giorni lottava in terapia intensiva

Da mesi lottava in terapia intensiva per complicazioni legate al coronavirus tanto che gli era stata amputata la gamba destra per un coagulo di sangue. Non ce l'ha fatta Nick Cordero, attore canadese attivo in campo televisivo, teatrale e cinematografico. Famoso soprattutto come interprete di musical a Broadway, aveva 41 anni, Si è spento a Los Angeles domenica notte, come ha raccontato sua moglie Amanda Kloots in un post su Instagram.

È morto a 41 anni per coronavirus Nick Cordero

LEGGI ANCHE >

Fabio Rovazzi: "Quando qualcuno dice che il coronavirus non esiste impazzisco, mio nonno è morto per quello"

 

"Sono incredula - ha detto la moglie -  Il mio cuore è spezzato perché non riesco a immaginare le nostre vite senza di lui". La donna ha aggiunto che suo marito ha lottato contro il Covid-19 per 95 giorni. Ha sofferto di infezioni da sepsi e mini-ictus e gli è stata amputata la gamba destra per un coagulo di sangue.

 

Cordero aveva ricevuto una candidatura a un premio Tony per il suo ruolo in "Bullets Over Broadway". Ha anche interpretato ruoli da protagonista in "Waitress" e "A Bronx Tale".

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali