FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

16/9/2009

Sognava i musei, ma si dà al porno

Bailey, star del genere lesbo

Con una laurea in antropologia e un master a "St Andrews" molte sposano un ricco wasp e vivono di rendita nel Kent o negli Hamptons. Ma AJ Bailey no. Meglio fare la pornostar per pagare l'affitto, soprattutto se non si ha voglia di stare dietro la scrivania a fare gavetta per il prossimo decennio.

La storia è questa: cresciuta con la Bibbia sotto al cuscino nell'America del cattolicesimo integralista, miss Bailey si laurea in antropologia e decide di perfezionare il curriculum con un master al St Andrews, università scozzese dove transitano anche i membri della famiglia reale, ad esempio William, primogenito di Carlo e Diana. Ma i master costano e al St Andrews la retta si aggira sulle migliaia di sterline. La povera Bailey non sa come fare e con un posto da centralinista alla Missouri University pensare di pagare la rata è velleitario soprattutto se, come confessa ai soliti tabloid, "avevo degli assegni ma quando il cambio è diventato sfavorevole al dollaro, non sapevo dove prendere i restanti soldi, una cifra sulle otto mila sterline". Anche la congiuntura economica, con annessi sbilanci di cambio tra dollaro e sterlina, ha un suo grande perchè in una decisione simile.

La donna allora decide di ingegnarsi e non disprezzando il porno, frequentando siti di genere, e uscendo con donne, punta sulla carta del porno lesbo trovando un annuncio provvidenziale su un sito  che cerca "modelle". Il resto è storia. Trasferimento in Scozia, lavori umili che non danno nell'occhio, fino a quando i servizi fotografici non escono su "Hustler", rendendola la notizia più interessante dell'anno accademico. Dopo il master, fatto per diventare un curatore museale, firma un contrattino per un paio di film con Vivid Entertainment ed entra nel porno ufficialmente.

Le bollette non sono più un problema ma certo la Bailey sa che rimettere piede in un museo come curatore sarà altamente improbabile (Bailey è un "cognome d'arte") così come sposare un ragazzo di buona famiglia. Il porno, si sa, lo si guarda ma non si dice. Il problema, rivela l'attrice, è una gelosia piena di moralismo: "Quando ero solo una ragazza davanti alla camera bene, ma ora che lavoro con gli uomini sembra essere un problema". Chissà come mai. Non resta che consolarsi con il supporto della famiglia d'origine e con le buone letture: Tolstoy, Wilde, e altri autori immortali che confessa di leggere fuori dal set. Pornostar più intelligente del mondo? Un clichè, dice lei. Eppure la pornostar intellettuale non è certo una fantasia che dispiace al sesso forte.


Windows Live Condividi con Messenger
  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark