FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

18/6/2008

Marracash, un duro dal cuore d'oro

A Tgcom il nuovo fenomeno musicale

Era un ragazzo di strada, ha fatto esperienze che non rifar pi grazie alla musica. Ma c' anche altro nella vita di Marracash (vero nome Fabio Rizzo), esploso con il tormentone "Badabum Cha Cha". E' romantico quando nella sua canzone preferita del suo primo cd, "Solo io e te", paragona la sua ex al mare: "Eravamo diversi socialmente, ci siamo lasciati perch ero arrabbiato, dovevo scrivere i miei brani". Anche i duri hanno un cuore d'oro.

"Una donna agisce come il mare, agisce su una roccia per addolcire" canti in "Solo io e te". E' quello che ha fatto Elena con te?
E' la canzone preferita del mio disco. E' dedicata a lei, Elena, il mio primo grande amore. Eravamo socialmente distanti. Era molto dolce con me cercava di appianare la mia irruenza. Ma ad un certo punto avevo bisogno della rabbia per scrivere e creare. Per questo finita. Forse in quel momento voleva mettermi 'la testa a posto'...

Lo dici con rimpianto?
Io vivo di rimpianti.

Perch?
Sono bipolare, come canto in "Badabum Cha Cha", e anche del Gemelli (ride, ndr). Detto questo, ripensando a quel periodo credo che la rabbia fosse necessaria. Al di l dei contenuti delle canzoni che ho scritto il mio obiettivo era emozionare le persone. Dopo aver inciso il disco avevo una rabbia nuova...

Con chi ce l'hai ora?
Adesso che sono dentro il mondo della musica mi sono accorto di molte cose e di non essere la 'persona giusta'.

In che senso?
Non sono paraculo e poi i giornalisti tendono sempre ad evidenziare il mio passato, il fatto che fossi un ragazzo di strada.

Leggere certe cose ti ha ferito?
Io voglio dire che dalle cose brutte si pu trovare del buono e scoprire anche persone dolci. Bisogna uscire dalla ghettizzazione, in periferia trovi i ragazzi sotto i portici che si fanno le canne e basta. C' una scala di valori rovesciata. Io voglio dire a queste persone 'uscite da l', 'viaggiate' e 'girate il mondo', allargherete cosi le vedute.

Cosa hai imparato dalle tue esperienze passate?
Il rispetto, la tolleranza nei confronti degli altri, il non dover giudicare... Io mi sono rotto di certi stereotipi che vedono il bulletto come un pericoloso soggetto. Ma lo sai che spesso dietro certi atteggiamenti c' un disperato bisogno di affetto?

C' molto di te nel brano "Tutto questo"...
E' il mio manifesto.

Citi un certo Dario. Chi ?
E' il mio migliore amico. Ci conosciamo da ragazzini. Lui ad un certo punto scappato ed andato in India. Non so cosa faccia, ci sentiamo di tanto in tanto via email.

Sempre nella stessa canzone fai riferimento ai "souvenir di Amsterdam nella pancia". Puoi raccontarci cos' accaduto?
E' vero che ci sono giovanissimi che si muovono nell'illegalit. Anche a me capitato ma non la cosa giusta da fare. Spacciare una cosa brutta ed anche difficile farlo e se lo fai male ne paghi le conseguenze.

"Estate in citt" inizia citando famose canzoni degli anni '60. Perch questa scelta?
Quando in estate andavo dai parenti in Sicilia con i miei genitori era tutto un altro mondo. Io ascoltavo gli 883 e loro le canzoni anni '60. All'inizio non li capivo ma poi ho capito quanto fossero belle. Sono struggenti, un po' come lo sono io, in fondo.

Pensi di offire un genere musicale diverso da Fabri Fibra o Mondo Marcio?
Credo proprio di s. Il mio un genere di musica 'urban'. Parlo delle periferie e della voglia di emergere. Credo di riprendere il filo che era iniziato con gli Articolo 31.

J-Ax compare "Fattore Wow". Come vi siete conosciuti?
Avevamo un regista amico comune. Quando l'ho visto gli ho detto che ero un suo fan da sempre e sono rimasto stupito quando lui ha detto di conscermi molto bene. Io gli avevo detto che secondo me era stato uno dei pochi ad aver riportato la musica tra la gente. Siamo diventati molto amici.

Ti sei stupito per il successo di "Badabum Cha Cha"?
S. Al momento della scelta del singolo ho sentito che era la canzone giusta per farmi conoscere. Non ha una forte matrice sociale. E' un brano pi per le persone che per i giornalisti...

"Il cd non vende come ci si attende" hai scritto in "La danza della pioggia". E' una previsione catastrofica?
Diciamo la verit. Non si vende pi come una volta. La gente per continua a pensare che 'tu sei un cantante e sei milionario'. Posso assicurare che non affatto cos! (ride, ndr).

Andrea Conti