ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
4/5/2007

Bjork si reinventa con "Volta"

Virata pop per l'artista

Bjork ritorna con l'album "Volta", trainato dal singolo "Earth Intruders" prodotto da Timbaland. Il disco è impostato su una ricerca ritmica e su temi relativi alla natura umana, alla condizione femminile, allo spirito tribale, alla riscoperta di sensazioni viscerali personali e collettive. L'artista sarà in Italia per l'unica data italiana del suo tour il 21 luglio a Villa Manin a Codroipo, in provincia di Udine.

Foto Afp

“C'è stato un approccio diverso rispetto al mio solito modo di lavorare - commenta Björk -. Con Homogenic, Vespertine e Medulla, il punto d'inizio era il ritmo … ma in questo, il metodo è stato del tutto inedito perché sapevo che tipo di emozioni volevo. E avendo realizzato due o tre progetti uno dietro l'altro, che erano piuttosto seri, forse sentivo la necessità di estraniarmi dal mio sistema o qualcosa del genere. Perciò quello che volevo fare con questo disco era divertirmi e realizzare qualcosa che fosse omogeneo e allegro”.

Differisce sensibilmente dal suo predecessore del 2004, Medúlla, costituito interamente di voci umane.  “Volevo tornare al ritmo - dichiara Björk- Medulla era il mio modo di uscire dai binari, rifiutando di essere etichettata tipo 'Oh quali ritmiche dobbiamo attenderci dal suo prossimo lavoro?'”.

Stranamente, il ritmo in Volta è arrivato alla fine: “Ho praticamente finito l'album e solo verso gli ultimi due, tre mesi l'unico enigma irrisolto era il ritmo - commenta -. Abbiamo effettuato molti esperimenti con i suoni, ma li ho buttati via perché sembravano troppo pretenziosi  per questo album, non si sposavano bene con il concetto di Volta. Per me si è trattato anche di una ricerca nostalgica, un ritorno al 1992, quando si usavano dei semplici 808 e 909, delle drum-machine bassa fedeltà, senza strafare, ma solo qualcosa di basilare. Avevo registrato la sezione fiati, era tutto fatto ed ero pronta per il missaggio ... ma poi mi sono detta, mi serve una batteria acustica, ci vuole quel non so che di quasi pagano, un po' di impetuosità stile trance”.

Alla realizzazione di "Volta" hanno collaborato anche Anthony Hegarty (Anthony And The Johnsons) e strumentisti da ogni parte del pianeta: Chris Corsano e Brian Chippendale, Toumani Diabate, Konono N.1, Min Xiao, e una sezione di fiati islandese e tutta al femminile. L'album è stato anticipato dal singolo Earth Intruders, prodotto da Timbaland.

Foto Afp

“Se vivessi 500 anni, collaborerei con un sacco di gente - sottolinea Björk -.Ma penso che un altro lato di me sia molto, molto leale e con una certa venerazione in tema di collaborazioni. Non mi piace avventurarmi su questo sentiero se non sono assolutamente certo che sia la strada giusta da seguire e che tra le parti ci possa essere uno scambio equo. Ci deve essere una sorta di giustizia creativa in queste cose: una specie di legge della natura, che non forza nulla, come nell'amicizia, è qualcosa che devi sentire profondamente. Faccio da sola il 90% della mia musica, perciò quando esco della mia tana per collaborare con qualcuno, la sento come un'esperienza unica, qualcosa che sento di dover fare e devo assecondare questa necessità”.

Tra i brani del disco "I See Who You Are", una canzone apparentemente sulla figlia di Björk. L'artista usa i suoni della pipa di Min Xiao-Fen su un beat di Chris Corsano e un arrangiamento di fiati. Del testo di quest'ultima canzone, Björk dice: "E' quella sensazione del tempo che passa velocemente. Dopo la nascita, già tre mesi dopo è più grande e alla fine ti rendi conto che non hai trascorso abbastanza tempo con tua figlia … Immagini che sia l'anno 2099, siamo entrambe cadaveri, quindi conviene godersi la reciproca compagnia adesso". 

"Volta" è il sesto album di Bjork dall'uscita di "Debut" che l'ha imposta all'attenzione mondiale nel 1993. Ad esso sono seguiti gli acclamati "Post", "Homogenic", "Vespertine" e "Medulla". Ma già nel 1977, ancora bambina, incideva dischi in Islanda e si faceva successivamente notare nel circuito indie internazionale con la sua band, i Sugarcubes. Polistrumentista, autrice e produttrice, Bjork si è occasionalmente dedicata al cinema: ha vinto la Palma d'Oro di Cannes per la sua interpretazione in "Dancer in The Dark" di Lars Von Triers, di cui ha anche realizzato la colonna sonora (nominata all'Oscar) e più recentemente ha partecipato al film del suo compagno Matthew Barney, "Drawing Restraint 9", di cui ha curato le musiche.

INFO SUL CONCERTO A VILLA MANIN
I biglietti per l’unica data italiana, 21 luglio, a Codroipo (UD) Villa Manin, sono in vendita tramite il circuito TicketOne www.ticketone.it e dal 3 maggio saranno disponibili in tutte le prevendite autorizzate.
Costo dei biglietti
POSTO UNICO: 40 euro + prevendita   
Infotel.: 02 5300 6501 – info@milanoconcerti.netwww.milanoconcerti.net