ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
27/6/2006

I Backstreet Boys perdono Kevin

Uno dei membri storici lascia la band

Kevin Richardson, 33 anni, membro storico e più anziano dei Backstreet Boys, lascerà la band. "E' una decisione molto difficile", ha spiegato il cantante sul sito ufficiale del gruppo, "ma è essenziale per cominciare un nuovo capitolo nella mia vita". Gli altri componenti della band, hanno già fatto sapere di non avere intenzione di sostituire Richardson. "La porta per lui resterà sempre aperta".

Sembra avviarsi quindi alla conclusione, almeno una fase, del cammino che ha portato il gruppo pop originario di Orlando (Florida) a diventare, nei tardi anni novanta, un cult per i giovanissimi.  Belli, bravi, puliti, mosse azzeccate, look da designer’s tag, mai una parolaccia: un'icona globale per una grossa fascia di pubblico, conquistata da questo quintetto di ragazzi bianchi middle-class, capaci di scalare le vette delle classifiche di tutto il mondo grazie ad una formula fatta di falsetti, r&b e dance-pop.

Il nucleo dei Backstreet Boys sono i cugini Kevin Richardson e Brian Littrell, entrambi di Lexington, nel Kentucky, che cominciano a cantare quando sono ancora bambini, esibendosi nei cori delle parrocchie locali, oltre che ai vari festival di paese dove fanno doo-wop e cavalcano la nuova onda di R&B iniziata dai Boyz II Men.
Ai due si uniscono poi gli altri tre membri AJ Mac Lean, Howie Dorough e Nick Carter.

Il gruppo vero e proprio nasce però solo nel 1995 (produttore Lou Pearlman), anno in cui è uscito il primo singolo "We¹ve Got It Goin' On". Con la canzone "I'll Never Break Your Heart" vengono eletti gruppo numero 1 in Germania nel 1996 e vincono il disco d'oro in Austria in quello stesso anno.

Il successo diventa mondiale e i loro dischi vengono venduti in 45 paesi diversi. Molti sono i singoli estratti dai loro album tra i quali si possono ricordare: "As long as you love me", "Backstreet's Back" (una sorta di cortometraggio horror), "Show Me the Meaning of Being Lonely" (che descrive i momenti vissuti dal gruppo quando Brian doveva subire un delicato intervento al cuore). Hanno anche inciso un singolo in italiano "Non puoi lasciarmi così" cover della loro canzone "Quit playing games (with my heart)".
A differenza di altre band rivolte sempre ad un publico giovane come N' Sync o Five questo è l'unico gruppo a raggiungere la fama mondiale. Con 87 milioni di dischi venduti (di cui 38 milioni negli Stati Uniti) sono la boy band di maggiore successo commerciale di tutti i tempi.

All’inizio dell’estate 2001, l’immagine acqua e sapone della band viene però scossa dalla notizia che A.J. McLean è in clinica di disintossicazione per abuso d’alcol. Segue l'arresto di Nick Carter fuori da un night in Florida per un alterco con un agente di polizia. I BSB sono finiti? Sembrerebbe di sì, anche perché lo stesso Nick esordisce come solista con buon successo ("Now Or Never"), Brian Littrell sforna un figlio con la moglie Leighanne e si dedica al christian pop, Kevin Richardson debutta a Broadway nel musical "Chicago", Howie Dorough lavora anche lui al debutto solista.

I ragazzi smentiscono continuamente le voci di scioglimento del gruppo, ma di fatto ognuno va per la sua strada, tra progetti individuali e vicende personali spesso oggetto più dei gossip che delle classifiche: incidenti automobilistici, investimenti immobiliari, rapine sventate. E' sempre Nick il più chiacchierato per i suoi guai familiari, i suoi flirt (non ultimo quello turbolento con Paris Hilton) e il suo costante stato di ubriachezza.

Finalmente nel 2003 l'annuncio di un nuovo disco. Anche se passerà quasi un anno prima che il gruppo si decida ad entrare veramente in studio. Intanto la band fa qualche concerto, in Cina nel settembre 2004 e in Malesia nel marzo 2005, per le vittime dello Tsunami. Quindi a giugno il nuovo disco, a cinque anni di distanza dall'ultimo. Si tratta di "Never Gone" (titolo che allude chiaramente alla storia recente del gruppo).

Il resto è storia recente. Kevin Richardson annuncia di volersene andare, gli altri quattro rispondono confermando di essere già al lavoro per il prossimo album, uscita prevista entro la fine del 2006. La leggenda continua.