ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
14/4/2005

Costantino e Daniele,arriva il film

"Troppo belli" nelle sale dal 22 aprile

Non sta nella pelle Costantino Vitagliano, la star di "Uomini e donne" sbarcato nientemeno che al cinema. Il bellissimo lanciato da Maria de Filippi ha presentato a Roma "Troppo Belli", il film che lo vede protagonista insieme all'amico Daniele Interrante: "Tutto quello che ci sta capitando è troppo bello - ha detto Costantino - un sogno diventato realtà". La pellicola è nata da un'idea di Maurizio Costanzo.

"Troppo belli", che sarà distribuito in 250 da Medusa a partire dal 22 aprile, racconta la vita di questi ragazzi di periferia, amici per la pelle, e del loro sogno di sfondare nel mondo dello spettacolo. Nella pellicola i due vengono prima truffati, e poi, grazie a una raccomandazione "amichevole - ha spiegato il regista Ugo Fabrizio Giordani - come succede nel mondo dello spettacolo italiano", riescono a realizzare il loro sogno: girare un film. Un po' quello che è successo nella vita reale a Costantino e Daniele....

Inevitabile, durante la conferenza, la polemica sul binomio successo-talento che secondo molti i due "belli" non incarnano. "In questo Paese non si va avanti per meritocrazia, ma per popolarità - dice Daniele - Non siamo stati i primi a creare questo fenomeno, ma sicuramente siamo quello più eclatante, e, quindi, ogni cosa che facciamo viene amplificata. So che questo successo dovrà essere poi supportato da capacità e insegnamenti".

Gli fa eco Costantino: "Sono contento di essere bello perchè così posso fare quello che faccio. Costantino è Costantino grazie alla gente che lo segue, dicono che sono 'vero', non solo bello. E' la gente che ci dà sicurezza, ed è soprattutto grazie a loro se abbiamo realizzato questo sogno, non solo grazie a Costanzo e alla De Filippi. Se non fossimo Costantino e Daniele - continua il neo-attore - la gente non verrebbe a vederci. Ho girato un film con il mio migliore amico e la mia fidanzata, non potrei chiedere di più". Nel cast, infatti, insieme ai due "divi" televisivi, a Fanny Cadeo e a Ernesto Mahieux, c'e' Alessandra Pierelli, anche lei lanciata nell'olimpo mediatico da "Uomini e Donne".

"Troppo belli" è, come ha detto lo stesso regista, di un "instant movie": è infatti stato scritto in tre settimane, preparato in due e girato in cinque. Prodotto da Medusa Film e realizzato da Marco Poccioni e Marco Valsania per Rodeo Drive, il lungometraggio che avrà un'anteprima a Roma il 21, è costato solo due milioni di euro. La sceneggiatura è firmata da Stefano Sudriè. 

Il film, che è ancora in fase di missaggio, non è ispirato al classico "Poveri ma belli" di Dino Risi, come ha voluto precisare il produttore Marco Poccioni: "Hanno solo la bellezza in comune. Li' i protagonisti rincorrevano una donna, qui rincorrono il successo...". 

LA TRAMA DEL FILM
Questa, in sintesi la trama del film, che è musicato da Gigi D'alessio. Costantino e Daniele sono due ragazzi di 25/30 anni, amici per la pelle, che vivono in un quartiere periferico di un’anonima città. Sono due ragazzi molto belli che hanno un notevole successo con le donne, vorrebbero “sfondare” nel cinema, ma il cinema non si è ancora accorto di loro e intanto s’arrabattano con lavoretti vari. I genitori dei ragazzi, a modo loro, seguono le vicende dei figli. Costantino  ha una cara amica, Chiara, con la quale ha in passato avuto una storia ancora non risolta del tutto e Daniele è fidanzato con Isabella, amica di Chiara. Nella vita di Costantino e Daniele “irrompe” Valeria, una modella/attrice senza scrupoli che li coinvolge, come vittime, in una truffa organizzata con il padre, il Dottor Giampalmi, agente fittizio d’attori, un personaggio grossolano e volgare. Sorella “bruttina” e frustrata di Valeria è Michela, compagna di scuola elementare di Costantino da sempre innamorata di lui; Michela collabora con il padre, suo malgrado, alla truffa. Il film racconta le avventure/disavventure dei nostri protagonisti nella scalata al successo cinematografico che coinvolgerà tutti i personaggi.