FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Teatro alla Scala, 15 minuti di applausi per "Attila" | Ovazione per Mattarella: "Cultura e musica sono baluardo della democrazia"

Tradizionale Prima di SantʼAmbrogio per il teatro milanese. Il direttore dellʼorchestra Riccardo Chailly: "Più che soddisfatto". Tra le personalità presenti soprattutto esponenti delle istituzioni

Quindici minuti di applausi per l' "Attila" di Giuseppe Verdi, con la direzione del maestro Riccardo Chailly e con la regia di Davide Livermore, che ha inaugurato la stagione del Teatro alla Scala. Ovazione per il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenuto alla rappresentazione. Una serata mondana, ma con pochi vip e qualche esponente del mondo della politica.

LʼAttila di Chailly e Livermore trionfa alla Prima della Scala

Il direttore dell'orchestra Riccardo Chailly, a conclusione dell'inaugurazione della stagione scaligera, si è detto "più che soddisfatto". Stanco ma felice il maestro ha accolto i calorosi complimenti appena lasciato il palco mentre si dirigeva al suo camerino. "Cultura e musica sono baluardo della democrazia": è il messaggio detto da Mattarella a Chailly, quando lo ha incontrato durante l'intervallo. Lo ha riferito lo stesso maestro. Chailly ha spiegato che il Capo dello Stato gli parso è "emozionato e preso".

Alla chiusura del sipario gli applausi sono stati intensi e calorosi per tutti gli interpreti: Ildar Abdrazakov - un successo personale il suo - nei panni di Attila, Saioa Hernandez (Odabella), George Petean (il generale romano Ezio), Fabio Sartori (Foresto); e poi Francesco Pittari (Uldino) e Gianluca Buratto (Leone). Grande protagonista dell'opera il Coro della Scala, applauditissimo, diretto da Bruno Casoni.

Ed è piaciuta anche la regia di Davide Livermore, che ha ambientato la vicenda di Attila nella prima metà del '900. Quindi i costumi di Gianluca Falaschi si riferiscono a un periodo fra le due guerre, comprese le uniformi dei soldati, berretti nazisti, fucili, pistole. In palcoscenico anche un camion e due cavalli, nero per Attila e bianco per Papa Leone, mentre il generale romano Ezio ha fatto il suo ingresso su una moto/sidecar.

"Attila" apre la stagione della Scala: guarda le personalità presenti

Con la sala buia gli spettatori, in piedi, avevano atteso per alcuni minuti l'ingresso del Capo dello Stato. Poi l'ovazione per il presidente è durata oltre cinque minuti. Gli applausi sono iniziati appena si è affacciato dal palco reale dove sedeva con la figlia Laura, con il sindaco Giuseppe Sala insieme alla compagna Chiara Bazoli, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il prefetto Renato Saccone, la vicepresidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia, il ministro della Cultura Alberto Bonisoli e il presidente della Lombardia Attilio Fontana, anche lui accompagnato dalla figlia Maria Cristina.

Alla fine il pubblico, sempre in piedi, si è girato verso il palcoscenico, con la sala del Piermarini illuminata e il sipario chiuso, per ascoltare l'inno di Mameli diretto dal maestro Riccardo Chailly.

La lista delle personalità poi vede il principe Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo, il presidente Mediaset Fedele Confalonieri, l'ex premier Mario Monti, il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, la senatrice a vita Liliana Segre con Roberto Cenati dell'Anpi di Milano, il numero uno di Brembo Bombassei, Carlo Messina di Intesa Sanpaolo, l'imprenditrice Diana Bracco, Livia Pomodoro, l'imprenditore Arturo Artom, l'ex ministro Corrado Passera, la presidente Eni Emma Marcegaglia.

Nutritita la truppa degli chef stellati, come Davide Oldani, Claudio Sadler ed Ernst Knam. Erano poi presenti l'attrice Dalila di Lazzaro, le stiliste Lella e Gigliola Curiel, Irene Pivetti, il ballerino Sergei Polunin e il conduttore Alessandro Cattelan.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE