FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Con la regia di Pierpaolo Sepe

Una produzione del Teatro Stabile di Napoli

Con la regia di Pierpaolo Sepe

'Zio Vanja’, di Anton Cechov, è uno spettacolo prodotto dal Teatro Stabile di Napoli, in scena al Teatro Mercadante del capoluogo campano.

Note di regia di Pierpaolo Sepe:

'In questa che è indubbiamente una delle sue opere maggiormente introspettive, Čechov presenta personaggi trasparenti e comprensibili, lontani nelle posizioni ma accomunati dal medesimo intimo sentimento di infelicità e insoddisfazione, bloccati come sono nel proprio spazio interiore, fatto di poche parole e di molti silenzi che rimarcano una difficoltà comunicativa tipica del sottotesto cechoviano.

Il lavoro su 'Zio Vanja' è un lavoro di indagine dell'umano.

Čechov non consente alcuno spazio alla vanità di attori e registi; esige onestà, attenzione e cura e, quindi, i criteri rappresentativi non possono che fondarsi sul principio dell'essenzialità, quasi della nudità e tentiamo di raggiungere tutti i significati che il testo contiene, cercando di restituirli con la forza e la grazia necessari. La storia e le problematiche che essa contiene pare non siano invecchiate e ci si ritrova, quindi, a parlare di noi, delle nostre piccole e meravigliose vite, delle nostre paure e dei nostri sogni, di tutto ciò che abbiamo perso, di tutto ciò che abbiamo avuto.

Alla fine sembra trionfare la profonda immoralità delle nostre esistenze, l'incapacità di risollevarsi e di raggiungere una felicità, seppur apparente, e Cechov pare deriderci, raccontandoci come esseri patetici, ridicoli, mortificati e dolenti.

Eppure a me piace scorgere, dietro la velenosa ironia, dietro le intelligenti architetture, una compassione fraterna di chi si duole e si strugge del proprio destino, della propria sorte e di chi, nei suoi racconti e nei suoi testi, ha versato tutte le sue lacrime.

Forse davvero la vita ci ha ingannati ma, forse, non poteva andare altrimenti'.

Al Teatro Mercadante di Napoli dal 25 marzo al 19 aprile.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali