FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Vivere la strada è la religione della musica rock"

Il nuovo album di inediti dei Negrita, uscito il 24 Marzo, si chiama "9" e Pau, Drigo e Mac, ospiti negli studi di Radio Italia, hanno raccontato questo nuovo progetto musicale.

L'intervista ai Negrita inizia con un verso che ha colpito molto un ascoltatore "Siamo dei cannibali travestiti da Vegani" tratto dal nuovo singolo "Il Gioco".
"Ci sono cose che non puoi spiegare le devi prendere così come arrivano. Ci facciamo tutti belli e politicamente corretti quando in realtà ci scanniamo a vicenda ed è una triste realtà" spiega Pau.

"9" è un album "giocato" tra quello che è e quello che appare, visto che siamo partiti proprio da "Il Gioco"..."La vita è un gioco da eroi" questo disco ha un anello di congiunzione con "Dannato Vivere" afferma Paola.
Pau conferma e citando Carboni aggiunge "Ci vuole un fisico bestiale per resistere agli urti della vita" e te ne rendi conto quando, come noi, fai questo lavoro, che è un lavoro fantastico, se ti va bene."
"Diciamo che se ci campi, se non devi fare un'altra cosa per vivere vuol dire che è mandata bene" sottolinea Paola.

La conversazione si sposta sull'"Elemento Vita".
"Alla nostra età ti capita di diventare padre e ti rendi conto che la vità non è solamente quella cosa che ti circonda, ma è anche quella che aspetta lì dietro l'angolo i tuoi figli e quindi la preoccupazione per questo "Elemento Vita" diventa sempre più grande e ti viene anche voglia di scriverne".
Paola allora lancia una sorta di provocazione su chi tende sempre a delegare e non assumersi le proprie responsabilità "Ti viene voglia di scriverne e di essere sempre più cosciente su come vanno le cose e penso anche a come poterle migliorare, ognuno di noi anche facendo una cosa piccola può dire la sua, il "non è colpa mia" mi annoia a morte".
"Assunzione di responsabilità e operatività per migliorare le cose, questo è il nostro obbiettivo per il futuro" conclude Pau.

Sicuramente uno dei singoli che più colpisce del disco è "Poser” che in modo sarcastico prende in giro quanti fanno propri alcuni comportamenti solo perché vanno di moda."E' l'attegiamento che ultimamente si vede in giro che è molto votato ad un certo stile di vita che comunque con un certo tipo di musica non lega per niente e il prodotto di questa filosofia produce delle cose che a noi non piacciono particolarmente. Vorremmo che ci fosse l'alternativa, quindi nell'altro piatto della bilancia avere la possibilità per tutte le migliaia di ragazzi che sono in giro per l'Italia con una chitarra, una possibilità di avere una chance almeno per una gavetta, non dico il successo. Mi sembra di capire che molti ragazzi puntano agli effetti della musica cioè la fama, ad essere visibili e iper-cliccati, questo potrebbe essere un virus che fa malissimo alla musica".

Ai vari apprezzamenti che arrivano in diretta, soprattutto per il modo schietto di raccontare in musica la vita di tutti i giorni, i Negrita replicano: "Noi viviamo il più possibile in strada. Viaggiamo avendo il polso di quello che succede nel mondo, è la religione della musica rock. Non siamo degli intellettuali che si chiudono in biblioteca. Quando abbiamo iniziato eravamo degli scalzacani, che puntavano un giorno a suonare al Forum. Obbiettivo raggiunto".

Il 10 Aprile da Firenze parte il "Negrita Tour 2015" e loro sono pronti a riaccendere gli amplificatori, alzare i volumi e sudare rock sui più prestigiosi palchi italiani saltando insieme a Voi! E Radio Italia è Radio Ufficiale.

Guarda la Photogallery completa su www.radioitalia.it
Tutte le news di Musica Italiana su www.radioitalia.it

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali