FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Come si dorme? Lo stabilisce il Dna, non soltanto lo stile di vita

Una ricerca australiana, condotta su gemelli, dimostra lʼincidenza dei fattori genetici sulla qualità del sonno

sonno,dormire,letto,lenzuola
-afp

Dormire tanto e profondamente piuttosto che poco ed in modo leggero è questione di Dna. Lo svela uno studio australiano condotto su gemelli e sulle loro abitudini di sonno. La ricerca dell'Università di Melbourne mostra che i gemelli identici, a paragone con quelli non identici, hanno più probabilità di avere simili orari, durata e qualità di sonno. Ciò dimostrerebbe che a determinare la qualità del riposo non sarebbe lo stile di vita.

I ricercatori guidati da Tracey Sletten della Facoltà di Medicina e Scienza della Salute, hanno esaminato i modelli di sonno di 132 gemelli di 12 anni, di cui 25 paia erano identici, o monozigoti e 41 eterozigoti. I gemelli indossavano braccialetti di monitoraggio dell'attività e per due settimane tenevano diari quotidiani sugli orari di letto e di sonno nell'ambiente di casa.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Sleep, mostra che i fattori genetici erano responsabili per il 65% sul tempo totale di sonno, per l'83% su quello dell'addormentamento, e per il 57% nell'efficienza del sonno. L'ambiente condiviso è risultato il fattore predominante nei tempi di sonno: per il 67% dell'inizio del sonno e per l'86% dei tempi di risveglio. E' chiaro che i fattori genetici hanno un'influenza primaria sull'inizio e sul mantenimento del sonno e sulla sua qualità, e un'influenza minore sui tempi, scrive Sletten.