FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Ulisse, ognuno ha i proci che si merita

TELEBESTIARIO di Francesco Specchia

- Io di "Ulisse", mio romantico eroe d'infanzia, mi ricordo quello del Kirk Douglas del film di Camerini (anno '58), sudatissimo, muscolare, talmente incazzoso che pareva sempre voler prendere a craniate il cameraman. O quello della Rai del '68 (poi replicato) dell’attore slavo Bekim Fehmiu, uno col fisico d'un pignoratore immobiliare ma assai carico di pathos: aveva come moglie la greca Irene Papas, la sosia patibolare di Maria Callas.

Ulisse, ognuno ha i proci che si merita

Cupissimo. Ma i dialoghi era densi e chiosati dalla voce di Ungaretti. Sicché oggi, vedendo questo "Il ritorno di Ulisse" (Raiuno, domenica prime tima, un discreto 17,22% di share) coproduzione Rai molto lasciata ai francesi - che in tema di epica non vanno oltre la chanson de geste e Napoleone - sono rimasto un po' spiazzato. Sarà perché sono capitato in una fiction che esclude la parte figa, senza Polifemo e le sirene, e si concentra solo sul ritorno a casa dell'eroe - eccidio dei proci e anni successivi non contemplati dallo sceneggiatore originale Omero -. Sarà perché, a un tratto, mi è apparso un tizio - un cantastorie, ammazzato subito dopo - che tentava di infilarsi sotto la tunica della lussureggiante Caterina Murino/Penelope che ne respingeva gli impeti sessuali, mentre il procio Antinoo irrompeva gridando "All'adulterio"; e di questo aedo maniaco nessuno ha mai sentito parlare. Sarà che quest'Itaca è più violenta di una puntata di "Gotham" ("Gli dei ci hanno abbandonato" dice la sexy Murino al figlio Telemaco), ma con dei dialoghi e delle inquadrature da soap di mezzo pomeriggio.

Ma, insomma, tutto questo mi pare un peplum minore in cui tutti - padri addolorati, guerrieri sanguinari, indovini che incespicano nei loro vecchi re sulla spiaggia - recitano per conto proprio, senza tener conto dell'insieme. Mi dicono che questo "Ritorno di Ulisse", che comunque è spalmato su ben 4 parti, risente dell'accorciamento di puntate rispetto alla versione d'oltralpe; e che, dunque, i tagli inevitabili soffocano la grandiosa armonia dell’opera. Sarà. Vediamo le prossime. Si salva, per adesso, soltanto Alessio Boni, il protagonista. Recita solo quattro minuti: naufrago, scopre di essere nella sua isola e osserva sorridendo il mare. Muto. Però è molto fisicato, ricorda Kirk Douglas...

TAG:
Telebestiario
Francesco specchia
Il ritorno di ulisse