FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ricorso accolto da Tribunale Napoli, De Luca resta governatore Campania

Il presidente aveva chiesto la sospensione degli effetti della legge Severino

Ricorso accolto da Tribunale Napoli, De Luca resta governatore Campania

Il Tribunale civile di Napoli ha accolto il ricorso di Vincenzo De Luca per la sospensione degli effetti della legge Severino. Il governatore della Campania potrà dunque continuare a esercitare la sua funzione di presidente. Gli atti sono stati ora trasmessi alla Consulta, che farà le sue valutazioni sulla legittimità costituzionale della Severino.

La prima sezione del tribunale civile, presieduta da Umberto Antico, ha dunque accolto le richieste dei legali di De Luca, gli avvocati Lorenzo Lentini e Antonio Brancaccio. Al presidente eletto della Regione i giudici avevano già dato l'ok a nominare la nuova Giunta, accogliendo il ricorso in merito. In precedenza Renzi lo aveva sospeso dall'incarico.

La sospensione, che era stata disposta in applicazione della legge Severino con un decreto del presidente del Consiglio, era già stata congelata con un provvedimento d'urgenza ex articolo 700 del 2 luglio dal giudice Gabriele Cioffi. Ora il Tribunale civile, in composizione collegiale, ha confermato tale decisione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali