FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

M5s, Crimi: "Il limite dei due mandati non si discute, io non mi ricandido"

Il reggente pentastellato auspica "collegialità" in vista della convocazione degli Stati Generali e lancia la candidatura di Chiara Appendino come nuovo capo dei Cinquestelle

"Il Movimento 5 Stelle non sta rivedendo l'ipotesi del limite del doppio mandato. Ritengo il tema fuori da ogni discussione. Io sono al secondo mandato e non mi ricandiderò". Lo ha detto il capo politico del M5s, Vito Crimi, parlando del futuro del Movimento in vista degli Stati Generali. E sul possibile capo lancia la candidatura di Chiara Appendino: "E' una persona splendida e capace, lo ha dimostrato amministrando Torino". 

Il sindaco di Torino ha però una condanna in primo grado (per falso in atto pubblico) e questo, secondo lo statuto del Movimento, le impedisce di rientrare nella nuova direzione M5s. Tuttavia Crimi definisce quella della Appendino "una condanna abbastanza surreale" e della sua ipotetica candidatura dice: "Bisognerebbe chiedere a lei se è disponibile". 

 

"Serve collegialità" - L'attuale reggente del Movimento precisa comunque a Sky che sulla leadership "sarà l'assemblea degli iscritti a decidere" e chiarisce: "Quello che percepisco dagli incontri che ho avuto è la voglia che ci sia una collegialità nelle decisioni e nelle scelte, una collegialità che possa interpretare i sentimenti e gli umori delle varie anime e posizioni per trovare una sintesi. E' il modo ideale per cercare di arrivare a prendere delle decisioni che siano già la sintesi del M5s. L'assemblea degli iscritti vuole una direzione collegiale che possa rappresentare tutti i senatori". 

 

"Di Battista? Adesso ci vuole stabilità" - Sul ruolo di Alessandro Di Battista nel M5s chiarisce: "Siamo nati come movimento e rimaniamo un movimento. Anche io sono un po' nostalgico delle lotte movimentiste, lo siamo tutti, non solo una parte, e tutti vorremmo ritornare alle lotte del movimento. Pero adesso il Paese ha bisogno di un governo stabile che possa portare a casa grandi risultati2. 

 

"Legge elettorale, c'è già l'accordo" - Sulla legge elettorale Crimi precisa che "l'accordo già c'è e c'era anche prima. E' un accordo sul proporzionale pure con il 5% di sbarramento e rientrava nelle fasi iniziali dell'accordo di governo. Noi stiamo ai patti, anche sulla legge elettorale. Forse qualcuno nella maggioranza sta rivedendo le sue posizioni ma noi contiamo sul rispetto dei fatti". 

 

"Rivotare la Raggi? Assolutamente sì" - Se votasse a Roma, Crimi voterebbe "assolutamente" per Virignia Raggi che, dice, "ha dovuto per anni togliere le macerie lasciate dai predecessori. Solo adesso cominciamo a vedere i frutti dei semi seminati in questi ultimi anni. Da qui alle prossime elezioni verranno sempre più a galla i frutti del lavoro serio fatto". 

 

"Il Mes? E' l'ultima spiaggia" - Sul Mes Crimi continua a frenare e spiega: "Mi chiedo ancora il perché dell'insistenza ad utilizzare il Mes che, secondo me, è l'ultima spiaggi. Il giorno in cui qualcuno dirà che non abbiamo alternative se non il Mes saremo veramente messi male. Non arriveremo mai al Mes". 

m5s

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali