FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cdm, via libera ai decreti legge su sanità e sblocca-cantieri

Conte: "Nessuna sollecitazione da Mattarella, con il Quirinale rapporto leale e cordiale"

Il Consiglio dei ministri, riunito a Reggio Calabria, ha approvato il decreto legge sullo sblocca-cantieri. Il provvedimento era stato approvato "salvo intese" dall'esecutivo un mese fa; il richiamo del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha però reso necessario un secondo passaggio in Cdm a causa del troppo tempo intercorso dal primo "sì". Via libera anche al dl sulla sanità, definito "decreto Calabria" e passato all'unanimità.

Il decreto sblocca-cantieri "ha acquisito la bolllinatura della Regioneria e venerdì mattina dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale". Lo afferma il premier Giuseppe Conte nel corso della conferenza stampa dopo il Cdm a Reggio Calabria.

Conte: "Nessuna sollecitazione da Mattarella" - "E' stato rappresentato da qualche giornale di una sollecitazione veemente del presidente della Repubblica nei miei confronti per il ritardo del decreto sblocca cantieri. Ovviamente, nulla di questo è vero", precisa il premier. Col presidente Mattarella c'è "un rapporto di leale collaborazione, cordiale dal punto di vista umano e rispettoso dei due ruoli", spiega il capo del governo.

"Mattarella ha suggerito esame bis su sblocca-cantieri" - Nel corso del colloquio al Colle, "Mattarella mi ha suggerito, e io ho colto subito questo suggerimento - precisa Conte -, di riportare il dl sblocca-cantieri in Cdm per una sua approvazione formale, visto che era stato approvato salvo intese e queste intese si sono trasformate in un'intensa attività di confronto anche tecnico".

Dl Calabria, Oliviero: "Ricorreremo alla Consulta" - "Stiamo valutando di ricorrere alla Consulta contro il Decreto sulla Calabria, che riteniamo incostituzionale". Così il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio dopo l'approvazione del dl che prevede misure straordinarie per il rientro del debito sanitario della regione. "Il Cdm, con questo decreto - ha aggiunto Oliverio - tenta di cambiare le carte in tavola presentando un'operazione di mero potere come un atto salvifico per la sanità calabrese. Alla fine tutto si è rivelato un vero e proprio bluff, un'operazione mediatica".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali