FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Carta dʼidentità, Salvini: ripristinati "madre-padre" anziché "genitore 1-2"

Esultano i sostenitori del Family Day, insorgono le famiglie arcobaleno e Monica Cirinnà

Carta d'identità, Salvini: ripristinati "madre-padre" anziché "genitore 1-2"

"Mi è stato segnalato che sul sito del ministero dell'Interno, sui moduli per la carta d'identità elettronica c'erano 'genitore 1' e 'genitore 2'. Ho fatto subito modificare il sito ripristinando la definizione 'madre' e 'padre'". Lo ha dichiarato Matteo Salvini in un'intervista al giornale cattolico online La Nuova Bussola Quotidiana. "Difenderemo la famiglia naturale fondata sull'unione tra un uomo e una donna", ha concluso il ministro dell'Interno.

La posizione del governo - Sulla questione della trascrizione dei matrimoni gay Salvini ha ricordato "di avere chiesto un parere all'avvocatura di Stato e ho dato indicazione ai prefetti di ricorrere. La mia posizione è fermamente contraria".

"Quella tra Lega e 5 Stelle è un'alleanza nata in maniera particolare: movimenti diversi, storie diverse, culture diverse - ha aggiunto il ministro riferendosi in particolare ai temi etici -. È un'alleanza di cui sono pienamente soddisfatto, che rifarei domattina, con un contratto di governo che su alcuni temi sensibili non ha scritto nulla perché abbiamo posizioni diverse. La Lega è per la libertà di educazione, per il diritto alla vita, per la difesa della famiglia naturale. Ma siccome i nostri alleati su questo non sempre la pensano come noi, accontentiamoci che non vengano fatti altri danni. In certi campi meglio non fare niente che fare danni".

Poi "nella suddivisione del governo, abbiamo scelto il ministero della Famiglia e della disabilità; il ministero dell'Interno, che si occupa anche di discriminazioni e tematiche gender; il ministero dell'Istruzione per dare una chiara impronta alla libertà di educazione e al rispetto di alcuni principi".

Le reazioni - E se il leader del Family day, Massimo Gandolfini, supportato anche da associazioni come "Pro Vita", "Generazione Famiglia" esulta ringraziando Salvini, la senatrice del Pd, Monica Cirinnà, fautrice dell'omonima legge sulle Unioni Civili, accusa il ministro definendolo "retrogrado e fascistoide, ha solo aggravato la burocrazia".

Per il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro, "questo è il governo della restaurazione e non del cambiamento. Un governo che vuole riportare indietro le lancette del tempo della cultura e dei diritti". Stessi toni dal partito +Europa, secondo cui Salvini "ogni giorno ha il suo nemico. Oggi il nemico per lui sono i figli delle famiglie arcobaleno".

Immediata la risposta delle famiglie Arcobaleno. Per loro si tratta solo di "propaganda sulla pelle dei nostri figli" perché - spiega la presidente dell'Associazione, Marilena Grassadonia - nei documenti si risponde a una realtà giuridica fotografata da sentenze e a cui le varie Questure si stanno uniformando. È giusto riportare la situazione reale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali