FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

25/7/2008

Cdm:"Immigrati,emergenza nazionale"

Provvedimento per potenziare controlli

Il Consiglio dei ministri ha approvato la dichiarazione dello stato d'emergenza su tutto il territorio nazionale per "il persistente ed eccezionale afflusso di extracomunitari". Su proposta del ministro dell'Interno, Roberto Maroni, il Cdm ha disposto "l'estensione all'intero territorio nazionale della dichiarazione dello stato di emergenza al fine di potenziare le attivit di contrasto e di gestione del fenomeno".

FINI: "IL GOVERNO RIFERISCA ALLA CAMERA"
Il presidente della Camera Gianfranco Fini ha chiesto al governo di riferire a Montecitorio, in aula o in commissione, in merito alla dichiarazione dell'emergenza nazionale sull'immigrazione clandestina. Fini ha chiesto che l'intervento avvenga all'inzio della prossima settimana, al massimo  entro martedi'.

LA GIORNATA
Il provvedimento segue quanto discusso in Cdm e poi relazionato in conferenza stampa a Palazzo Chigi dal presidente del Consiglio Berlusconi. Il premier ha tracciato un bilancio dell'azione di governo e rivendicato i risultati ottenuti. Berlusconi ha fissato le scadenze future e illustrato la metodologia del governo che ora in avanti proceder senza la spasmodica attenzione al diaologo con l'opposizione che, secondo il premier, non c' stato e non per demerito della maggioranza. 

IL PROGRAMMA
"Vi ricordo che noi avevamo proposto agli italiani sette grandi missioni durante la nostra grande campagna elettorale tra cui sostegno al Sud, alle famiglie, pi giustizia, pi sicurezza, federalismo fiscale, piano straordinario di finanza pubblica.  E oggi siamo in grado di fare un bilancio dettagliato su ciascuna di queste missioni, a chiusura di questo primo tratto di strada. Io credo che possiamo dire, senza tema di smentite, che il nostro governo sta mantenendo tutte le promesse fatte agli elettori. E lo abbiamo fatto, ci tengo a sottolinearlo, con le sole forze della nostra maggioranza che sempre stata su tutte le decisioni unita e coesa. Ogni decisione stata presa senza l'apporto di questa opposizione".

IMMAGINE INTERNAZIONALE
L'Italia e' tornata ad essere protagonista sulla scena internazionale quando arrivato al governo il centrodestra. Lo assicura il premier Silvio Berlusconi in una conferenza stampa a palazzo Chigi. "La nostra presenza nel governo - dice il Cavaliere - ha portato subito l'Italia ad essere protagonista della scena internazionale". Il leader del Pdl ricorda che in tre organismi internazionali abbiamo avuto eletti in ognuna delle tre posizioni nostri candidati: "Sottolineo le tre recenti e importanti nomine, per le quali, davanti ai candidati di tutti gli altri Paesi ,sono stati scelti nostri rappresentanti. Questo ci fa molto piacere perch dimostra la nostra autorevolezza".Il presidente del Consiglio non ha dubbi: "In Europa abbiamo di nuovo raggiunto quella influenza che in cinque anni di governo avevamo conquistato".

RIFORME
Il federalismo fiscale, la riforma della giustizia e quella delle legge elettorale per le Europee viaggeranno in parallelo in autunno. Berlusconi indica la road map, la "tabella di marcia" del governo per la ripresa dei lavori parlamentari dopo le ferie estive.  "Mi spiace dover dire che in un paese normale il dialogo con l'opposizione sarebbe la norma e noi, ricordo, non abbiamo chiuso la porta e speriamo che l'estate possa portare consiglio all'opposizione, soprattutto a quella parte che si dichiara riformatrice e che secondo noi sbaglierebbe se sprecasse un'altra occasione per dimostrarlo". Silvio Berlusconi non chiude definitivamente la porta al dialogo con il centrosinistra ma chiede che non ci siano "pregiudizi" nei suoi confronti, n "sudditanza" verso certa magistratura "politicizzata".

RIFIUTI
Parla di una "sfida contro la storia", ma fiducioso: Napoli diventer "la citt pi pulita e ordinata d'Italia". Berlusconi cita come modello di pulizia Tokyo, appena visitata per il G8, e invita a far rispettare le regole per tenere una citt ordinata prendendo esempio da Singapore: "A Singapore venivano fustigati con 7 sferzate sulla schiena coloro che sporcavano. Mi spiace non poter adottare una sanzione di questo tipo, ma sto pensando ad altre sanzioni efficaci...", scherza il presidente del Consiglio. "Vorrei -dice il premier - che la nostra Napoli, con i suoi simpaticissimi abitanti possa prodursi in una gara di pulizia", considerando "strade, piazze e giardini della citt come un'estensione della propria casa, che ovviamente si vuole pulita". ll governo, avverte, sar "severo" nei confronti dei Comuni che non rispetteranno le percentuali minime di raccolta differenziata previste dal decreto: "Se questo non sar fatto, il governo commissarier il Comune mandando a casa sindaco e giunta. Saremo rigorosi".

LEGGI INUTILI
''Entro il 2008 arriveremo a un taglio del 37% delle leggi vigenti''. Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in una conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. In due mesi, sottolinea il premier, sono state tagliate gi ''7.043 leggi obsolete o inattuali''. Le leggi in vigore, che erano 21.691, ora sono 14.648. ''L'attuale numero di leggi - ha aggiunto Berlusconi -  inaccettabile per una democrazia. Lavoriamo per disboscare le leggi inutili''.

POLITICA DI SINISTRA
''Con il libro sul welfare intendiamo aiutare le famiglie pi deboli, perch vogliamo un'economia sociale di mercato. Una democrazia non pu permettersi cittadini in condizioni di miseria. E' una politica decisamente di sinistra. Questo governo, che di centro, liberale, con cattolici e riformisti, intende procedere con una politica che la sinistra promette solo a parole''. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi al termine del consiglio dei ministri.