FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Politica > Riunione Pdl, Silvio Berlusconi: "Non mollo" Decadenza, Brunetta: no a dimissioni di massa
25.9.2013

Riunione Pdl, Silvio Berlusconi: "Non mollo" Decadenza, Brunetta: no a dimissioni di massa

"Ho il dovere di resistere e combattere", dice il leader ai suoi in assemblea con i suoi parlamentari. "E' in corso un'operazione eversiva che sovverte lo Stato di diritto", aggiunge rivolto ai magistrati

00:13 - "Io non mollo il mio dovere è resistere e combattere, nonostante sia molto difficile, perché ho contro tutti". Lo afferma Silvio Berlusconi nel corso dell'assemblea dei gruppi parlamentari Pdl. "E' in corso un'operazione eversiva che sovverte lo Stato di diritto ad opera di magistratura democratica", aggiunge.
"Abbiamo di fronte a noi una battaglia dura ma abbiamo il dovere di combattere per i nostri figli. Ci prepariamo a vincere prossima campagna elettorale".

Da parte di De Benedetti rapina a mano armata - Da parte di De Benedetti ho subito una rapina a mano armata. Lo ha detto Silvio Berlusconi, nel corso della riunione dei gruppi del Pdl, parlando del risarcimento a Carlo de Benedetti dopo aver perso il ricorso presentato Finivest.

"Dobbiamo rifare i club di Forza Italia" - "Dobbiamo rifare i club di Forza Italia perché Forza Italia è la nuova prospettiva", ha aggiunto, arrivando con una bozza della nuova organizzazione.

"La sinistra invidiosa non cambia, ideologia criminale" - "Dal '94 la sinistra non è cambiata, sono sempre gli stessi. Non si sono ancora ravveduti, la loro ideologia è criminale, sono invidiosi". "La sinistra tripudia perché pensa di aver aperta la strada verso il potere avendomi condannato", sottolinea Berlusconi.

Napolitano verificherà le conclusioni della riunione - Il presidente della Repubblica si riserva di verificare con maggiore esattezza quali siano state le conclusioni dell'assemblea dei parlamentari del Pdl. E' quanto si apprende da fonti del Quirinale.

Schifani propone la decadenza dei Parlamentari - Un lungo applauso ha accolto la proposta del capogruppo del Pdl al Senato, Renato Schifani, quando ha proposto ai presenti di considerarsi decaduti quando la Giunta voterà quella di Berlusconi nella riunione 4 ottobre.

Brunetta: "Nessuna dimissione di massa, ognuno poi deciderà" - "No, non sono mai state ventilate ipotesi di dimissioni di massa. Abbiamo invitato ciascun parlamentare a riflettere e a decidere secondo coscienza in caso di decadenza". Lo ha spiegato il capogruppo Pdl alla Camera, Renato Brunetta, dicendo che questa è l'unica linea emersa.

Alfano: "Il Pdl non si divide" - "Questo è un partito che non si dividerà, è unito e compatto e resterà tale. Perché è stretto intorno al suo leader al quale è legato dall'affetto, dalla stima e dalla forza degli ideali comuni", ha detto il segretario del Pdl, Angelino Alfano, parlando all'assembla dei gruppi.

Franceschini: Parole di gravità assoluta" - "Mentre il presidente del Consiglio parla all'Onu e lavora per rafforzare la credibilità internazionale del nostro Paese, mentre affrontiamo emergenze di ogni tipo ci troviamo di fronte a parole e gesti di una gravità assoluta", commenta il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini. "Se qualcuno pensa che siano forme di pressione. sappia che sono pressioni a vuoto".

Epifani: "Dal Pdl ennesima prova di irresponsabilità" - "Le decisioni e i toni incredibili usati dal Pdl sono l'ennesima prova di irresponsabilità nei confronti del Paese". Lo afferma il segretario del Pd, Guglielmo Epifani aggiungendo che "il Pdl pensa a sfasciare tutto, a rendere instabile l'azione del governo volta a risolvere i problemi degli italiani".
OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile