FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Politica > "Immagine viva e dinamica del Paese"
2.6.2011

"Immagine viva e dinamica del Paese"

Napolitano esprime soddisfazione per la riuscita della festa della Repubblica

Pagina precedente

start: 1
end: 2
1
start: 1
end: 2
2
start: 1
end: 2

Pagina successiva

17:14 - "Nell'anno in cui celebriamo il 150esimodell'Unità d'Italia, la festa del 2 Giugno ha dato un'immagine dinamica del nostro Paese, della sua storia e del ruolo rilevante che esso svolge nell'ambito della comunità e delle organizzazioni internazionali". Lo scrive, soddisfatto, il presidente Napolitano in un messaggio al ministro La Russa complimentandosi con quanti, militari e civili, hanno contribuito al successo della manifestazione.
16.09 - Camusso: sentenza Cassazione segno di democrazia
Il via libera della Corte di Cassazione al referendum sul nucleare "dà un riconoscimento alla democrazia che vuole che quando i cittadini raccolgono delle firme per un referendum abbiano poi il diritto di votare". Lo ha detto il segretario generale della Cgil Susanna Camusso a margine della manifestazione per la festa della Repubblica a Milano. Per Camusso è importante "il tema del nucleare ma ha una grande importanza anche il tema dell'acqua". E proprio i referendum del 12 e 13 giugno hanno trovato spazio nella manifestazione di oggi, in particolare quello sul nucleare e sulla privatizzazione dell'acqua

12.37 - 
Termina la parata militare.

12.35 - Inno nazionale e frecce tricolore sul cielo di Roma.

12.24 -  Inizia la parte conclusiva della sfilata, quella dei carabinieri a cavallo.

12.15 - Renata Polverini: "Oggi doppia festa"
"Oggi celebriamo una festa estremamente importante per il nostro Paese, in coincidenza dei 150 anni dell'Unità  d'Italia". Il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini ha poi aggiunto: "La parata del 2 giugno  ci deve indurre a ripristinare un clima politico e sociale più coeso e di maggiore sobrietà,  come più  volte auspicato dal presidente Napolitano. Un ringraziamento in questa giornata va a tutte le nostre forze armate.ll nostro pensiero va oggi in particolare ai nostri soldati impegnati nelle missioni all'estero dove, nonostante i rischi, non rinunciano a portare il contributo dell'Italia alla costruzione della democrazia e della pace".

12.12 -  Scuole militari applaudit
e
Al  passaggio delle scuole militari  sono scoppiati applausi e cori. Ad aprire il corteo sono stati gli allievi della scuola militare Nunziatella di Napoli, seguiti dalla scuola Teulie dell'Esercito. A seguire la scuola navale Francesco Morosini e  quella aeronautica Douhet di Firenze. E' stata. poi,  la volta degli allievi dell'Accademia militare di Modena, di quelli dell'Accademia navale di Livorno, dell'Accademia aeronautica di Pozzuoli, dell'Accademia della Guardia di finanza dei Bergamo e della Scuola ufficiali carabinieri di Roma.

12.05 - Qualche defezione
 
Assenti, per imprevisti dell'ultimo minuto,  il presidente turco, Abdullah Gul, e la collega kosovara, Atifete Jahjaga.

11.52 - Bersaglieri tra i più applauditi
Il passaggio dei bersaglieri è  stato forse tra i più  applauditi della sfilata.  Incuriosito, il  vicepresidente Usa  Biden ha manifestato grande entusiasmo applaudendo a più riprese. 

11.51 - L'ex ministro della Difesa, Arturo Parisi, commosso al passaggio della Brigata Sassari.  

11.50 - Il messaggio di Di Pietro (Idv)
"La festa del 2 giugno è l'occasione per onorare la nascita dell'Italia come Repubblica democratica e per rivendicare i principi custoditi dalla nostra Carta Costituzionale". Lo afferma in una nota il presidente dell'Italia dei valori, Antonio Di Pietro, che aggiunge: "L'Italia dei valori celebra la festa della nostra amata Repubblica difendendo lo spirito e i principi tracciati dai nostri padri costituenti da quanti mettono a rischio la tenuta democratica del nostro Paese, calpestando ogni giorno la Costituzione".

11.49 -  Strappo al protocollo
Durante la sfilata  il premier Silvio Berlusconi  ha lasciato il suo posto accanto al presidente del Senato Renato Schifani  e si è avvicinato a  Juan Carlos toccandogli il braccio. Il protocollo dice che i reali non possono essere toccati ma il re ha sfoderato un sorriso.

11.45
- Applaudito il sindaco di Roma, Gianni Alemanno

11.27 - Un enorme Tricolore sul Colosseo fa da sfondo alla sfilata in via dei Fori Imperiali.

11.08 -
 Anche il premier Silvio Berlusconi saluta gli ospiti stranieri sulla tribuna d'onore.

11.07 - Giorgio Napolitano: "Italia presidio di pace"
"Il 2 giugno ci offre un'opportunita' del tutto speciale per soffermarci a riflettere sulla storia del nostro Paese e sui grandi eventi che l'hanno segnata: dalle guerre risorgimentali ai due conflitti mondiali, tra i quali si collocarono gli anni bui della dittatura e del bellicismo fascista; e poi, finalmente, la Liberazione, la Repubblica e la Costituzione e, con esse, una nuova alba e la rinascita della Patria, illuminata dalla riconquistata liberta' e dalla ricostruzione della democrazia. Da allora, l'Italia e' cresciuta, quale stato moderno ed industrializzato, protagonista del concerto delle nazioni, in una nuova Europa e nell'ambito delle organizzazioni internazionali di cui essa e' stata sempre convinta ed attiva sostenitrice". "Negli scenari complessi ed in costante trasformazione che caratterizzano il mondo sempre piu' interdipendente e globalizzato in cui viviamo, il nostro Paese svolge un ruolo fondamentale di equilibrio ed apertura, di incessante ricerca del dialogo e della cooperazione, ma anche di fermo presidio dei valori fondamentali che sono alla base della sicurezza, dello sviluppo e della pace".

11.06 - Parata dei 150 anni dall'Unità
Il corteo si articola in tre settori. Il primo, di carattere storico-rievocativo, racconta le origini dello Stato unitario, le Guerre d'Indipendenza, la Grande Guerra, la II Guerra Mondiale e la Liberazione, soprattutto attraverso le uniformi d'epoca di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e di tutti gli altri Corpi dello Stato. Il secondo  e' invece dedicato alle missioni internazionali alle quali le Forze armate italiane partecipano in diverse aree del mondo. Sono presenti anche reparti in rappresentanza di Nazioni che hanno operato e operano all'estero a fianco dei militari italiani - la Francia, la Germania, il Regno Unito, la Slovenia, gli Stati Uniti, l'Ungheria - e 35 'Gruppi bandiera' di Paesi amici ed alleati. Il terzo settore è intitolato alle ''eccellenze e specificita' italiane'': vi  fanno parte tutti i reparti d'elite delle Forze armate - dagli incursori del Col Moschin ai Comsubin, dai Gis ai Nocs - e i mezzi d'avanguardia dell' industria nazionale. 

11.04 -
Saluto del presidente Napolitano a tutte le delegazioni internazionali.   

11.01 - Raffaele Fitto (Pd): "Festa non retorica" 
''Una cerimonia importante, non retorica''. Lo ha detto  il ministro per i rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto. ''Le modalita' delle celebrazioni di quest'anno - ha spiegato - non sono esclusivamente quelle di questa giornata, ma sono quelle che hanno anticipato nei mesi scorsi un momento di riflessione profonda, cosi' come il presidente della Repubblica più  volte ci ha suggerito di fare. Non retorica ma soprattutto una valorizzazione della storia  finalizzata a trasferire alle nuove generazioni questi valori".


10.59 - Cinque bandiere storiche
La sfilata è aperta da cinque bandiere italiane che rappresentano l'evoluzione del vessillo attraverso un cammino di 214 anni, dal Tricolore di Oliosi. Dopo i gonfaloni delle città di Torino, Firenze e Roma, le tre capitali d'Italia, la banda dell'Arma dei Carabinieri ha aperto la "rivista militare". In 80 minuti sfileranno lungo via dei Fori Imperiali in 5.700 (5.239 militari e 460 civili), oltre a 161 bandiere e medaglieri, 216 tra cani e cavalli, 196 mezzi e 9 velivoli, le Frecce tricolori.


10.58 - Al via la Parata militare 
Con l'arrivo del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a via dei Fori Imperiali, a Roma, ha preso il via la parata militare del 150° dell'Unita' d'Italia. Al capo dello Stato vengono resi gli onori militari. In tribuna con Napolitano i presidenti di Senato e Camera, Renato Schifani e Gianfranco Fini, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, le delegazioni dei capi di Stato esteri, le autorita' civili, militari e religiose, insieme al ministro della Difesa Ignazio La Russa. Migliaia i cittadini che si preparano a seguire la cerimonia, mentre sul Colosseo svetta un enorme Tricolore.


10.55 - Ignazio La Russa: "Forze armate, caposaldo insostituibile"
"Le nostre forze armate  costituiscono un caposaldo insostituibile intorno al quale l'Italia si è stretta per trovare coesione e superare, di volta in volta, gli ostacoli incontrati lungo il cammino che ha portato il paese dall'Unità fino ai nostri giorni".  E' il messaggio inviato dal ministro della Difesa.  A tutte le forze armate il ministro ha voluto esprimere ringraziamento per il "generoso e responsabile impegno, in patria e all'estero". E, infine "un commosso pensiero e ammirata riconoscenza a quanti hanno sacrificato il bene più prezioso per l'assolvimento del proprio dovere".


10.53 -  Napolitano sfila tra due ali di folla ai Fori
Napolitano sta sfilando ai Fori Imperiali tra due ali di folla, scortato dai corazzieri a cavallo. Per proteggersi dal sole battente, ora che la capote della vettura è stata aperta, il presidente ha sfoggiato un cappellino da baseball bianco.    

10.47 -  Sul palco anche il presidente Afgano Hamid Karzai, il re di Spagna Juan Carlos di Borbone,  il segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon e il presidente israeliano Shimon Peres

10.46 - Pierluigi Bersani (Pd) : "Siamo un Grande Paese"
"Questa doppia ricorrenza, la Festa della Repubblica e i 150 anni dell'Unità d'Italia, ci ricorda che siamo un grande paese, abbiamo problemi ma anche tantissime energie e chiediamo uno sforzo collettivo per dare un futuro alle giovani generazioni''.

10.45 -  
Arriva ai Fori Dimitrij Medvedev, presidente della Russia.

10.41 - Arriva ai Fori Joe Biden, vicepresidente americano.

10.37 - Dopo l'Altare della Patria, il  Premier si dirige in auto verso i Fori.

Pagina precedente

start: 1
end: 2
1
start: 1
end: 2
2
start: 1
end: 2

Pagina successiva

OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile