FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Per Lei > Combatti il jet lag da ora legale
28.3.2011

Combatti il jet lag da ora legale

Sabato notte si spostano gli orologi

foto Ansa
06:00 - Scocca il tempo dell'ora legale. Nella notte tra sabato 26 e domenica 27 marzo abbiamo spostato in avanti le lancette dell'orologio: dormiremo un'ora di meno, ma in compenso godremo di un'ora di luce in più. Anche se lo spostamento è di sessanta minuti soltanto, sono molte le persone che accusano non poco disagio a causa di questo nuovo "fuso orario": il fisico reagisce con insonnia, stanchezza e irritabilità. Ecco come fare per aiutare il nostro fisico ad adattarsi al più presto ai nuovi ritmi.
"In questo periodo dobbiamo prestare qualche attenzione in più alla qualità delle nostre notti - afferma Alberto Bergamin, amministratore delegato di Tempur Italia, multinazionale specialista del riposo -. Abbiamo realizzato una Guida al sonno, pubblicata sul sito www.tempur.it, con tanti consigli che possono tornare utili per prepararsi al cambio dell'ora. Il primo è di sfruttare proprio la luce del giorno, ormai abbondante, per regolare naturalmente la produzione di melatonina: uscite di casa e dall'ufficio e godetevi la luce il più possibile. Utile anche anticipare gradualmente l'ora in cui ci si va a coricare, e fare lo stesso per l'orario dei pasti".
 
Ci sono poi alcune norme generali che restano valide anche in questo particolare frangente. Prima di andare a letto seguire una routine che prepari il corpo e la mente alla notte: è utile rilassarsi con la lettura o facendo qualche esercizio di yoga. Meglio evitare invece l'esercizio fisico intenso che aumenta le pulsazioni e allontana il sonno. E' anche importante trasformare la camera da letto in un'oasi di relax e tranquillità: tenerla in ordine, rimuovere le apparecchiature elettroniche, utilizzare luci basse e soffuse, evitare i rumori e scegliere il materasso e il guanciale giusto. Importante è poi non portare a letto dei fattori stress: se la mente continua a correre a impegni e cose da fare, si può provare a prendere carta e penna e scriverle: questo spesso aiuta a chiarire le idee e ad allontanare i pensieri. Se poi proprio non si riesce a dormire, meglio non rimanere a letto: alziamoci e prepariamoci un bicchiere di latte caldo oppure facciamo un bagno. L’aumento della temperatura corporea aiuta a rilassarsi e facilita il sonno.
 
Il supporto che adoperiamo per dormire è spesso trascurato, ma può fare davvero la differenza tra una notte di buon sonno e una dalla quale ci si sveglia più stanchi di quando siamo andati a dormire. "Bisogna diffidare di materassi troppo duri o troppo morbidi – continua Bergamin -. Il materasso e il guanciale dovrebbero sostenere il corpo, mantenendolo in posizione naturale e consentendo di riposare e recuperare energie dopo le attività svolte durante la giornata. Questi supporti devono adattarsi al profilo naturale della colonna vertebrale e garantire una postura corretta, per prevenire dolori al collo e alla schiena. Eventuali disagi legati a punti di eccessiva pressione costringono invece a rigirarsi di continuo, impedendoci di avere un sonno profondo e riposante".
 
Il fatto si svegliarsi riposati al mattino è infatti una questione di qualità del sonno, più che di quantità: il numero di ore "giuste" da dormire, semplicemente, non esiste. La cosa importante è ascoltare il proprio corpo e assecondare le sue esigenze, per accompagnarlo al meglio in un periodo di cambiamento. Così potremo godere da subito di tutti i piaceri che ci regala la bella stagione.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile